menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

No mask e negazionisti del Covid marciano su Roma: sabato manifestazione "contro la dittatura sanitaria"

Secondo quanto ricostruito il raduno si sarebbe dovuto tenere in piazza del Popolo. Da qualche giorno, però, la sede sembra essersi spostata davanti alla Bocca della Verità

Quale manifestazione c'è a Roma sabato 5 settembre? Quante piazze sono coinvolte? Chi sarà a marciare nella Capitale? Quali sono gli argomenti contro cui protestare? Sono tanti gli interrogativi dietro l'adunata chiamata dall'ultra destra perché, a tirare le fila di questa manifestazione, ci sarebbe Forza Nuova così come testimoniato dei diversi post e messaggi, nelle chat e sui social, di Giuliano Castellino, leader romano proprio del movimento fascista.

Tra social, inviti e volantini andrà in scena un qualcosa di simile (almeno nelle intenzioni) a quanto accaduto nei giorni scorsi a Berlino e a Madrid dove la galassia dei negazionisti ha marciato per le vie delle città. "Siamo il popolo contro la dittatura sanitaria, finanziaria e giudiziaria. Per l'Italia libera. Per i nostri bambini. Per il futuro", è il grido degli organizzatori.

Già, ma chi sono gli organizzatori? Come detto l'ombra dell'ultra destra c'è, e si sente. Il gruppo Facebook 'Italia Libera 5 settembre tutti a Roma' che si propone di fare da contenitore dell'iniziativa è, però, un po' ambiguo: nella descrizione del gruppo il luogo designato dell'evento è quello di Piazza del Popolo, alle 10 del mattino, mentre sulla locandina c'è scritto la Bocca della Verità, alle 16.

cats-119-27

I 1376 membri che credono in una presunta "dittatura" che si è voluta inventare l'emergenza sanitaria cercano risposte da chi amministra il gruppo su Facebook. Secondo quanto ricostruito l'idea iniziale il raduno si sarebbe dovuto tenere in piazza del Popolo. Da qualche giorno, però, la sede sembra essersi spostata davanti alla Bocca della Verità, a pochi passi dal Circo Massimo.

Condizionali e ipotesi d'obbligo perché dalla Questura l'unica manifestazione che risulta, al momento, è quella del Popolo delle Mamme, in prima fila contro la "dittatura sanitaria", alla Bocca della Verità per sabato 5 settembre alle 16. Con loro, accodati, anche tutti gli altri, dai no-vax all'ultra destra, passando per i negazionisti del Covid ai gilet arancioni. 

Un mix che vede anche invitati noti (anche se non è certa la loro partecipazione). Sono infatti una serie di inviti all'arcivescovo Carlo Maria Viganò, filo trumpiano e anti-Bergoglio, i deputati Sara Cunial (ex M5S) e Vittorio Sgarbi (che ha lanciato un appello a partecipare a "tutte le madri d'Italia" e l'altro giorno ha vietato le mascherine a Sutri, dove è sindaco); Alicia Erazo (Commissione internazionale dei Diritti umani, legata all'Onu); il filosofo e leader di Vox Italia Diego Fusaro, il cantante Povia.

Atteso anche Davide Barillari, consigliere regionale del Lazio e ex esponente del Movimento 5 Stelle: "Dobbiamo fare resistenza attiva e disobbedienza civile tutti insieme, unendo le nostre forze", ha scritto su Facebook annunciando la sua presenza il 5 settembre. Dove non si sa, forse davanti alla Bocca della Verità.

 cats1-9

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Daniele De Rossi ricoverato allo Spallanzani

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • De Magna e beve

    La vera storia della carbonara: origini e curiosità

  • De Magna e beve

    Carbonara: 7 errori comuni da non fare mai

  • Attualità

    La bufala del vaccino su chiamata a Roma

  • Cultura

    La Roma di Stefania Orlando

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento