rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Cronaca Centro Storico / Via del Corso, 79

Manifestazione davanti Palazzo Chigi per dire NO al nucleare

Legambiente, Greenpeace e il WWF si sono riuniti davanti Palazzo Chigi per protestare contro il nucleare. I manifestanti chiedono maggiore chiarezza sul referendum abrogativo del 12 e 13 giugno 2011

Oltre 60 associazioni si sono date appuntamento oggi davanti Palazzo Chigi per dire NO al nucleare. Tra le bandiere del WWF e gli striscioni di Greenpeace e Legambiente anche tanta gente comune che si unisce alla lotta contro il nucleare.

I manifestanti chiedono che ci sia una maggiore chiarezza relativa al referendum abrogativo del 12 e 13 giugno 2011 perché forse non tutti sanno che per dire NO al nucleare in realtà bisogna sbarrare il SI. Inoltre parlano della moratoria voluta dal governo come di una truffa. Sui vari cartelli che campeggiano in Piazza Colonna si legge: "Piuttosto che rimandare è meglio eliminare"; "Nucleare già te l'ho detto nel 1987"; "Efficienza più solare: che c'azzecca il nucleare".


Intanto stamattina una decina di giovani hanno effettuato un blitz nella sede dell'Enel di viale Regina Margherita. I ragazzi con striscioni alla mano e gridando diversi slogan hanno forzato la porta d'ingresso della sede dell'Enel e hanno tentato di far sentire le loro ragioni. Dopo avere fatto il blitz sono poi usciti e ora stanno improvvisando un sit in davanti la sede dell'azienda."Sono i nostri sogni a dare energia -si legge su uno striscione- No nuke".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manifestazione davanti Palazzo Chigi per dire NO al nucleare

RomaToday è in caricamento