Guidonia: picchia la moglie e si chiude in casa con i figli armato di macete

La donna trovata dai carabinieri nascosta nel garage con il volto tumefatto dalle botte. Il marito violento arrestato dai carabinieri dopo tre anni di angherie

Guidonia: la Tenenza dei carabinieri

Un’altra triste storia di violenza sulle donne è stata scoperta, nella tarda serata di ieri 26 marzo, a Guidonia Montecelio, dai Carabinieri della locale Tenenza che hanno arrestato un altro uomo violento. L’allarme è stato dato dal padre dell’aggressore che, dopo aver picchiato la moglie, si era chiuso in casa con i due figli, di 12 e 14 anni, armato di un macete.

FIGLI IMPAURITI - Gli uomini dell’Arma, coordinati dal tenente Salvatore Ferraro e diretti dal capitano Emanuela Rocca,  non hanno esitato ad entrare nell’appartamento dove hanno trovato i due bambini impauriti in un angolo e l’uomo barcollante, in evidente stato di alterazione psicofisica dovuto all’abuso di sostanze alcoliche; il macete era sopra un tavolino del salotto.

MOGLIE PICCHIATA NEL GARAGE - A quel punto, su indicazioni del richiedente, i militari della Tenenza di Guidonia Montecelio sono scesi in garage dove, rannicchiata tra le braccia della madre, c’era la moglie con il volto tumefatto e gonfia di lacrime.

MALTRATTAMENTI CONTINUATI - La donna era stata aggredita e violentemente percossa perché si era rifiutata di subire l’ennesimo rapporto sessuale non consenziente richiesto dal marito che, come ogni giorno, rincasava completamente ubriaco e fuori di sé.

TRE ANNI DI ANGHERIE - La ricostruzione dell’intera vicenda ha portato alla luce tre anni di angherie e violenze di ogni genere. Agli atti della Tenenza c’è anche un esposto anonimo che segnalava continue grida da quella casa: i Carabinieri avevano provato a convincere la donna a denunciare, ma per lei era stata troppa la paura: stanotte ha raccontato che l’uomo minacciava di uccidere lei e tutta la sua famiglia.

20 GIORNI DI PROGNOSI - La vittima è stata portata all’ospedale di Tivoli dove i medici, dopo essersene presi cura, hanno giudicato le ferite del corpo guaribili in 20 giorni. I Carabinieri della Tenenza di Guidonia Montecelio hanno arrestato l’uomo violento e lo hanno condotto presso il carcere di Rebibbia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento