Anziani maltrattatti in una casa di riposo, in cucina e negli armadi escrementi di topo

La scoperta della Guardia di Finanza in una struttura di Velletri. Riscontrata anche l'assensa di personale sanitario specializzato per l'assistenza

Immagine di repertorio

Dopo quella completamente abusiva scoperta a luglio di quest’anno, i Finanzieri del Comando Provinciale di Roma hanno individuato a Velletri una casa di riposo e assistenza per persone anziane regolarmente autorizzata ma in pessime condizioni igieniche e senza personale sanitario specializzato per l’assistenza.

Al suo interno erano presenti sei anziani, di cui cinque dalla ridotte capacità psico-motoria, assistiti da una ragazza di giovane età priva di ogni abilitazione professionale. Poco edificante la scena apparsa alle Fiamme Gialle del Gruppo di Frascati, coadiuvate da quelle della Compagnia di Velletri e dal personale dell’Azienda Sanitaria Locale Roma/H: tra gli assistiti, una donna di 52 anni, affetta dalla nascita da cerebropatia neonatale e costretta su una sedia a rotelle che avrebbe dovuto trovare assistenza in una struttura socio sanitaria specializzata.

Dagli accertamenti svolti, è emerso che agli ospiti, sottoposti a maltrattamenti e vessazioni di ogni tipo, venivano somministrati farmaci diversi da quelli cosiddetti "salvavita" prescritti dai medici in relazione alle loro rispettive condizioni cliniche.

Durante l’ispezione, sono state rinvenute tracce di escrementi di topo, in cucina e negli armadi, nonché riscontrate alcune irregolarità di natura amministrativa e fiscale oggetto di ulteriori approfondimenti, essendo stata rilevata la registrazione soltanto di tre dei sei ospiti ricoverati.

Dopo la visita medica, quattro di essi sono stati affidati alle rispettive famiglie e due ricoverati in ospedale; una, oltre a presentare importanti piaghe di decubito e sintomi di polmonite, è apparsa malnutrita e disidratata, tanto da far temere per la sua vita. Ad aggravare la posizione del titolare della struttura, la scoperta, nel corso della perquisizione scattata nella sua abitazione, di alcune dosi di cocaina, marijuana e hashish.

L’uomo è stato arrestato per detenzione, ai fini di spaccio, di sostanze stupefacenti, oltre a dover rispondere dei reati di maltrattamenti e abbandono di persone incapaci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus, a Roma 1362 nuovi casi. Nel Lazio 59 morti nelle ultime 24 ore: mai così tanti da inizio pandemia

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

Torna su
RomaToday è in caricamento