Cronaca

Dopo l'afa arriva Circe: allarme nubrifagi anche a Roma

Un vortice ciclonico di bassa pressione sui mari meridionali promette pioggia e maltempo su Roma a partire dall'inizio della settimana prossima. Non si verificava dal luglio '99

Pioggia, grandine e abbassamento delle temperature sino a 10 gradi. Dopo il caldo sahariano di Scipione, Caronte, Minosse e Virglio che ha portato le colonnine delle temperature vicino ai 40 gradi, Roma ed il centro sud si preparano ad un rapido cambiamento climatico con l'arrivo di un vortice ciclonico di bassa pressione proveniente dalla penisola scandinava. Piogge e temporali forti al centro sud all'inizio della prossima settimana, con un calo delle temperature anche di dieci gradi: è la previsione del meteorologo Francesco Nucera del sito '3bmeteo.com', che sottolinea come un peggioramento di questo livello delle condizioni meteo non si verificava nella terza decade di luglio dal 1999. "Nonostante nel passato si siano verificati break temporaleschi in luglio - osserva Nucera - quello che più stupisce è vedere la formazione di un vortice di bassa pressione sui mari meridionali in piena estate".

PIOGGIA E GRANDINE - Vortice di bassa pressione in relazione al quale è previsto un calo delle temperature anche di 10 gradi. E' questo l'effetto dell'arrivo di 'Circe' dalla Finlandia, che secondo i meteorologi porterà piogge e temporali da domenica prossima fino a mercoledì. "L'Italia - afferma Antonio Sanò, direttore de 'ilmeteo.it' - è ancora sotto la protezione dell'Anticiclone delle Azzorre, una struttura di alta pressione che viene dall'Atlantico e che promette temperature in ulteriore lieve aumento fino a oggi pomeriggio al centrosud, quando si raggiungeranno i 39 gradi in Puglia, 35 a Roma, Napoli, 38 in Sicilia. Sull'Emilia Romagna, sulle Marche e in Abruzzo farà ancora caldo con 35-36 gradi".

BREAK TEMPORALESCHI - Il maltempo, che durerà almeno fino a mercoledì, secondo il meteorologo Francesco Nucera del sito '3bmeteo.com', all'inizio della prossima settimana sarà particolarmente intenso al centro sud. "Un peggioramento di questo livello delle condizioni meteo - osserva - non si verificava nella terza decade di luglio del 1999. Nonostante nel passato si siano verificati break temporaleschi in luglio, quello che più stupisce è vedere la formazione di un vortice di bassa pressione sui mari meridionali in piena estate". Secondo l'esperto "la situazione che si prospetta somiglia lontanamente a quella dell'estate del 2002 quando dopo un inizio di stagione molto calda si ebbe un periodo più freddo e perturbato. Tuttavia non dovrebbe protrarsi molto a lungo e l'estate tornerà in carreggiata".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo l'afa arriva Circe: allarme nubrifagi anche a Roma

RomaToday è in caricamento