menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Porta di Roma: bimbo di 4 anni accusa un malore al ristorante Ikea, è grave

Il piccolo è stato trasportato in codice rosso all'ospedale Villa San Pietro. Il problema dovuto presumibilmente ad un principio di soffocamento

Un bambino di 4 anni è in gravi condizioni per un un malore avuto mentre era al ristorante dell'Ikea, al centro commerciale Porta di Roma di viale Oreste Lionello, zona Bufalotta-Casale Nei. Il malore, accusato intorno alle 15 di oggi 13 marzo, potrebbe essere legato a un principio di soffocamento mentre stava mangiando. Il 118 di Roma è intervenuto con tre ambulanze, a bordo delle quali c'era un medico che ha praticato manovre di disostruzione e rianimazione consentendogli di respirare autonomamente.

CODICE ROSSO - Il bimbo è stato trasportato in codice rosso all'ospedale Villa San Pietro, poi il trasferimento al reparto neonatale del Policlinico Agostino Gemell nel reparto di terapia intensiva. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno provveduto alla 'staffetta' per accelerare i soccorsi al bambino.

IKEA ITALIA SPIEGA - Sull'accaduto Ikea Italia ha diffuso una nota: "Ai primi segni di soffocamento - si legge nel comunicato - il responsabile di turno del negozio ha richiesto immediatamente il soccorso del 118 e contemporaneamente veniva richiesto, con altoparlante, l'intervento dei medici presenti in negozio. Nel frattempo intervenivano gli addetti della squadra di primo soccorso che effettuavano la manovra di disostruzione. Ai medici presentatisi è stato messo a disposizione un defibrillatore, presente presso il punto vendita, ove dagli stessi ritenuto utile. Il medico e gli infermieri rianimatori del 118 lo hanno trasferito presso l'ospedale Villa San Pietro di Roma".

BIMBO MORTO ALL'IKEA DI BARI - Episodio simile, ma terminato in tragedia si verificò anche al ristorante dell'Ikea di Bari il 9 settembre del 2013. In quel caso a perdere la vita fu un bambino molisano di tre anni, deceduto all'ospedale Giovanni XXIII del capoluogo pugliese dopo essere rimasto soffocato da una polpetta mangiata al centro commerciale. Per la morte del piccolo la Procura di Bari iscrisse due persone nel registro degli indagati con l'accusa di "omicidio colposo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento