"Mala movida" a San Lorenzo: daspo urbani e multe per 27mila euro

L'operazione congiunta tra i carabinieri di piazza Dante e i Nas

Continuano senza sosta i controlli da parte delle forze dell’ordine nelle zone della movida. Dopo i recenti accertamenti dei carabinieri nel quartiere Trastevere anche a seguito della chiusura temporanea del bar San Calisto, un’operazione congiunta tra i militari di piazza Dante e i nas ha messo a segno sette arresti, due denunce, sette attività commerciali sanzionate e 7 persone segnalate per il “daspo urbano” nel quartiere San Lorenzo.

Arresti per spaccio

In piazza dell’Immacolata, i Carabinieri hanno sorpreso 4 pusher mentre cedevano dosi a giovani acquirenti. In particolare un tunisino di 50anni è stato arrestato in flagranza mentre vendeva due dosi di hashish ad un giovane studente di origini campane. Il 50enne, a seguito della perquisizione è stato trovato in possesso anche di 25 pasticche di “Rivotril” (farmaco di benzodiazepine), il "cliente" è stato segnalato successivamente al Prefetto come assuntore. E ancora in via dei Sabelli, un 36enne cittadino etiope, con precedenti e senza fissa dimora, è stato pizzicato dai Carabinieri, subito dopo aver rubato una borsa dall’interno di un’autovettura parcheggiata in strada. Un cittadino della Lituania di 17 anni, già conosciuto alle forze dell’ordine, fermato per un controllo, è risultato destinatario di un’ordinanza di misura cautelare, presso una comunità per minorenni, emessa dal tribunale di Roma lo scorso 20 giugno, per vari furti commessi. Due cittadini georgiani di 28 e 25 anni, entrambi con precedenti, sono stati denunciati a piede libero, perché sorpresi a vendere generi alimentari, occultati in uno zainetto, risultati di provenienza illecita. 

Sanzioni alle attività commericiali per 27mila euro

Durante i controlli agli esercizi commerciali, i Carabinieri hanno sanzionato per un totale di circa 27.000 euro, quattro cittadini del Bangladesh, tutti titolari di negozi di vicinato, ubicati tra via dei Volsci e via dei Sabelli, perché pizzicati a vendere bottiglie di alcolici in vetro, oltre l’orario consentito dall’ordinanza comunale. Per un minimarket di via dei Volsci, già sanzionato lo scorso mese, i Carabinieri hanno provveduto ad eseguire un’ordinanza di chiusura temporanea di 15 giorni, ai sensi dell’art. 100 del T.u.l.p.s emesso dal Questore di Roma. Non solo: i titolari di due ristoranti, sono stati contravvenzionati per un importo complessivo di 1.500.00 euro, perché trovati con prodotti alimentari privi della prevista documentazione relativa alla tracciabilità della loro origine. In totale i Carabinieri hanno sequestrato 50 kg di generi alimentari.  

Il “daspo urbano” per sette persone

Per 7 persone, tutte già conosciute alle forze dell’ordine, è scattata invece la richiesta di emissione di “Daspo Urbano”, perché già arrestati e condannati per il reato di spaccio, commesso a ridosso delle strade del quartiere San Lorenzo. I Carabinieri, nel corso dell’intera operazione, hanno identificato 120 persone di cui 10 segnalate al Prefetto, quali assuntori.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutti gli arrestati sono stati portati in caserma e trattenuti in attesa del rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento