Sabato, 12 Giugno 2021
Cronaca

Spaccia droga in appartamento occupato, con l’arresto scatta la revoca del reddito di cittadinanza

A segnalare l’uomo sono stati alcuni cittadini tramite l’app YouPol: nell’alloggio che condivideva con una donna aveva centinaia di dosi di hashish e cocaina

Aveva occupato un appartamento in un palazzo in zona Magliana dove viveva con la compagna e da dove portava avanti un’attività di spaccio che gli è costata, oltre all’arresto, anche la revoca del reddito di cittadinanza, ottenuto perché disoccupato e senza un posto in cui vivere.

L’uomo, 42 anni, è finito nel mirino della polizia grazie a una segnalazione arrivata sull’app YouPol. I poliziotti del distretto San Paolo sono intervenuti lo scorso 5 giugno e lo hanno intercettato insieme con la compagna fuori dal palazzo con un mazzo di chiavi che ha effettivamente aperto la porta di un appartamento: all’interno hanno trovato 5 grammi di cocaina, 65 grammi di hashish e poco meno di due grammi di marijuana, insieme con tutto il materiale per confezionare le dosi.

Per la coppia è dunque scattato l’arresto, e in mattinata si sono presentati in tribunale per la direttissima davanti al giudice Valerio de Gioia, che ha stabilito oltre alla misura di custodia cautelare in carcere anche la revoca del reddito di cittadinanza, così come previsto dal decreto legge del 28 gennaio 2019.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccia droga in appartamento occupato, con l’arresto scatta la revoca del reddito di cittadinanza

RomaToday è in caricamento