Cronaca

Gaffe di Aurigemma: "50 macchinisti dalla metro C". Ma la C è automatica e non ne ha bisogno

Ha parlato di arrivo entro l'anno di 50 macchinisti dalla linea C per riorganizzare i turni di lavori sulla B. Foschi: "La linea è automatica e non ha bisogno di nessun macchinista"

I macchinisti della B sono in sciopero? Entro l'anno ne arriveranno 50 dal corso dove vengono preparati quelli per la metro C. Entro la fine dell'anno prenderanno servizio sulla linea Metro B-B1 cinquanta nuovi macchinisti. Ad annunciarlo è l'assessore alla Mobilità di Roma Capitale, Antonello Aurigemma. "Questi arriveranno - ha spiegato - dal corso per macchinisti aperto agli autisti, che partirà per la Metro C. Sono già pervenute duemila domande ma saranno scelte 70 persone che lavoreranno per la Metro C, mentre altre 50 andranno alla B. Tutto questo per cercare di creare dei turni che vadano a garantire il servizio ed ad impedire a poche persone di poter tenere, non tanto l'azienda, ma Roma e i suoi cittadini sotto ricatto". La metro C però, come scritto sul sito di Roma Metropolitane, non avrà bisogno di conducenti perché sarà a guida automatica. Una gaffe dell'assessore? L'affermazione solleva subito polemiche dall'opposizione.

Duro contro l'assessore è il commento del consigliere regionale del Pd Enzo Foschi che in una nota attacca: "Quello che dovrebbe essere l'assessore ai Trasporti di Roma Capitale non sa che la Metro C non ha bisogno di alcun macchinista. Si tratta infatti di una infrastruttura automatica, che di conseguenza non necessita di uomini al comando. E' davvero un fatto scandaloso che l'assessore capitolino annunci che arriveranno presto nuovi macchinisti per la linea B1. E che questi saranno scelti tra quelli che frequentano attualmente il corso per la linea C che, é davvero il caso di ripeterlo, è una linea automatica. Il caldo sta facendo le prima vittime in Campidoglio".
 

roma_metropolitane-2
 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gaffe di Aurigemma: "50 macchinisti dalla metro C". Ma la C è automatica e non ne ha bisogno

RomaToday è in caricamento