menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omicidio Sacchi, Luca si è difeso da colpi di mazza prima di morire. Al vaglio 5 cellulari

Al centro delle indagini i contatti pregressi e successivi all'agguato mortale. Per la morte del giovane 24enne sono in carcere Valerio Del Grosso e Paolo Pirino, i due 21enne accusati di omicidio

Luca Sacchi si è difeso dai colpi di mezza sferrati (probabilmente da Paolo Pirino) prima di morire per il colpo di pistola sparato da Valerio Del Grosso. Al termine dell'esame autoptico, i segni trovati sulle braccia del ragazzo ucciso il 23 ottobre scorso davanti a un pub nella zona di Colli Albani, sono compatibili con questa ricostruzione. 

Luca, quindi, si sarebbe difeso mettendo le braccia davanti al viso mentre veniva colpito con una mazza da baseball nei secondi prima di essere ucciso mentre si trovava con la fidanzata Anastasiya. 

Luca Sacchi reagì all'aggressione

Lo dimostrerebbero le ecchimosi emerse durante l'autopsia e presenti sugli arti superiori della vittima. L'esame medico, per altro, fa il paio con la ricostruzione fatta dal gip Corrado Cappiello

"Luca Sacchi spingeva con forza l'assalitore facendolo cadere, quindi quello con la tuta nera (Del Grosso ndr) gli si avvicinava esplodendo a un paio di metri di distanza un colpo che attingeva Luca alla testa. Quindi i due rapinatori fuggivano immediatamente a bordo dell'auto sulla quale erano giunti lungo via Mommsen", si legge nell'ordinanza.

Del Grosso: "Non ho sparato per uccidere"

Al vaglio cinque cellulari

Nel frattempo le indagini sull'omicidio di Luca Sacchi proseguono, con la famiglia del giovane personal trainer che chiede giustizia e verità. Il pm Nadia Plastina e i carabinieri del Nucleo Investigativo stanno eseguendo accertamenti su almeno cinque i cellulari presi dopo la morte del giovane 24enne ucciso con un colpo di pistola alla testa nella zona di Colli Albani.

Si cerca in particolare di ricostruire i contatti telefonici prima e dopo tra gli amici di Luca e Anastasia e le persone che avrebbero avuto un ruolo nel presunto scambio di droga-soldi finito poi in tragedia.

Per la morte del giovane 24enne Valerio Del Grosso e Paolo Pirino, i due 21enne di Casal Monastero già arrestati, sono accusati di omicidio, rapina, detenzione e porto abusivo di armi.  

I funerali di Luca Sacchi 

Nel frattempo è arrivato il via libera della Procura ai funerali di Luca Sacchi. Al termine dell'esame autoptico sul corpo del 24enne, la pm Nadia Plastina ha disposto che nulla osta alla restituzione della salma alla famiglia del giovane ucciso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento