menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il "Serpentone" del Corviale (immagine di repertorio)

Il "Serpentone" del Corviale (immagine di repertorio)

Litiga con l'ex compagna e la cognata per l'affidamento dei figli, fermato con lo spray al peperoncino

L'intervento della polizia nella zona del Corviale. In manette un 47enne

Una lite tra ex per la gestione dei figli degenerata con la polizia che per fermare il padre è dovuta ricorrere all'utilizzo dello spray al peperoncino. E' acccaduto nel tardo pomeriggio quando due equipaggi del Reparto Volanti sono intervenuti al “serpentone” di Corviale per una lite in strada fra un 47enne romano, l’ex compagna e l’ex cognata. La discussione, nata per l’affidamento dei figli, è presto degenerata ed ha portato alle vie di fatto tra l’uomo e l’ex cognata.

Inutili i tentativi dei poliziotti di riportare l’uomo alla calma, nonostante il pianto dei suoi bambini che stavano assistendo alla scena.

Dopo alcuni minuti, la rabbia dell’uomo si è riversata contro uno degli agenti ed ha iniziato ad insultarlo e minacciarlo. L’arrivo del personale del 118 ha riportato la calma solo per alcuni minuti, dopodiché il 47ebbe ha iniziato a gettarsi addosso ai poliziotti cercando di provocare la loro reazione e per contenerlo è stato necessario usare lo spray al peperoncino in dotazione. 

Anche dall’interno dell’auto della Polizia l'uomo ha continuato a minacciare sempre lo stesso agente, anche mimando il gesto del taglio della gola.

Al termine dell’intervento, non prima di aver accertato il suo stato di salute presso il più vicino pronto soccorso,  l’uomo è stato arrestato e posto a disposizione della Magistratura; l’ex compagna ed i figli sono stati invece assistiti dai medici e per loro è stato attivato il percorso previsto dal  “codice rosa”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento