Prima la lite poi l'aggressione: colpisce rivale a colpi di padella e lo manda all'ospedale

L'intervento dei Carabinieri ha evitato il peggio. In manette un uomo di 54 anni

"Correte, c'è stata una esplosione. Hanno fatto scoppiare una bomba carta". Questa la chiamata giunta al Numero Unico delle Emergenze, arrivata da una palazzina Ater di via degli Orti d'Alibert nella serata di martedì 21 agosto. I Carabinieri della I^ sessione del Nucleo Radiomobile di Roma, accorsi sul posto, sono così entrati in un appartamento fermando un uomo, romano di 54 anni, che stava picchiando, anche con una padella, il rivale, un romeno 50enne.

Il romano, al momento dell'arrivo dei Carabinieri, stava aggredendo il rivale a calci e pugni per poi colpirlo più volte con una padella da cucina dietro la testa. Il romeno ferito è stato portato al Santo Spirito. Ha riportato lesioni guaribili in 20 giorni

Secondo la ricostruzione dei militari nell'appartamento non è stata fatta esplodere nessuna bomba carta e, dai primi riscontri, la forte esplosione udita da diversi testimoni sarebbe riconducibile ad un petardo fatto scoppiare all'interno dell'abitazione. I due stavano discutendo per futili motivi, ancora non è chiaro se lite sia scattata per motivi economici o familiari. 

Saranno le indagini dei Carabinieri a far luce sulla vicenda. L'aggressore, ammanettato con l'accusa di lesioni aggravate, è in regime di arresti domiciliari. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

Torna su
RomaToday è in caricamento