Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

LETTORI – Colpita dalla crisi rischia di perdere casa

Una lettrice scrive per raccontare la sua storia: "A causa di un debito di 4 mila euro nei confronti del condominio vogliono mettere la mia casa all'asta"

Salve, ho 48 anni, separata e vivo con un figlio. Voglio presentarvi questa lettera per denunciare un fatto molto grave. Premetto che sono amministratrice di una società di servizi e purtroppo la crisi ha toccato anche me due anni fa.
Di li sono iniziate tutte le sofferenze, la prima l’Agenzia delle Entrate e poi con un avvenimento più gravoso e inquietante che purtroppo non mi lascia più vivere.

Sono proprietaria di un appartamento lasciatomi dai miei genitori. Purtroppo per causa di un debito di 4.000,00 € nei confronti del condominio mi sono vista recapitare a casa una lettera dall’avvocato, legale del condominio,sulla quale mi veniva detto che se non avrei saldato il mio debito, il mio immobile sarebbe automaticamente stato messo all’asta. Di qui è iniziato, nel vero senso della parola, il mio calvario, anche perché ho dovuto sostenere delle spese sanitarie non indifferente per mia madre, deceduta 7 mesi fa. Per quanto riguarda l’avvocato e l’amministratore credo stiano usando dei modi da usurai, intimandomi che lotteranno fino alla fine con tutti i mezzi leciti e non. Chiedo pertanto un aiuto al vostro giornale, e quindi una sua collaborazione, per far
uscire allo scoperto questa “ banda” di usurai.

Ringrazio vivamente

Distinti saluti

Lettera Firmata

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LETTORI – Colpita dalla crisi rischia di perdere casa

RomaToday è in caricamento