Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca San Giovanni / Via dell'Amba Aradam

Via dell'Amba Aradam, via la corsia preferenziale: protesta di Legambiente

I volontari di Legambiente hanno creato un "cordolo umano" in Via dell'Amba Aradam contro l'eliminazione della corsia per i mezzi pubblici. Parlati: "Le preferenziali sono fondamentali"

Oggi, 2 Marzo 2011, i volontari di Legambiente sono scesi nuovamente per strada per dare vita ad una nuova protesta. Capitanati da Lorenzo Parlati e Cristiana Avenali, rispettivamente presidente e direttrice di Legambiente Lazio, si sono incontrati in Via dell'Amba Aradam per porre l'attenzione sul problema dell'eliminazione delle corsie preferenziali.

I volontari, sfidando il traffico infernale, hanno costituito una sorta di cordolo umano per delimitare quella che fino a poco tempo fa era la corsia preferenziale riservata ai mezzi pubblici. La loro protesta è durata circa cinque minuti ma sicuramente non è passata inosservata, infatti molti passanti e automobilisti non hanno esitato a mostrare condivisione verso questa iniziativa. Questa azione di Legambiente nasce dopo che, in seguito a lavori stradali, non sono state riposizionate le borchie che delimitavano la corsia riservata ai bus. Le borchie sono ancora presenti in quella parte di strada che dirige il traffico da Porta Metronia verso San Giovanni, invece nel senso opposto è addirittura scomparsa anche la linea gialla che indicava la corsia preferenziale.

Lorenzo Parlati, a termine della protesta, non esita a manifestare tutto il suo dissenso anche a parole: "E' assurdo, dopo la sostituzione del cordolo con le borchie a causa di di incidenti stradali, adesso la corsia è stata cancellata in modo subdolo". E promette anche nuove manifestazioni: "Questo sembra non sia un caso isolato, monitoreremo e organizzeremo altre iniziative".


Alle parole di Parlati fanno seguito quelle di Cristiana Avenali: "A Via dell'Amba Aradam la corsia è una bella e utile abitudine, non avrebbe alcun senso eliminarla, ancor di più in un contesto dove i 120 chilometri di corsie preferenziali di Roma sono proprio troppo pochi per una città congestionata dal traffico". "Servono più corsie - continua la Avenali - per rendere più veloce e efficiente il mezzo pubblico in città".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via dell'Amba Aradam, via la corsia preferenziale: protesta di Legambiente

RomaToday è in caricamento