Cronaca Anzio / Via Jenne

Lega la moglie ad una sedia, poi minaccia di darle fuoco brandendo un’accetta

Le violenze in un’abitazione di Anzio. Aggrediti anche i poliziotti

Una paura che mai dimenticherà. Vittima una dona, picchiata, legata ad una sedia e minacciata con accetta e tanica di benzina. Carnefice il marito. E’ accaduto venerdì sera ad Anzio quando gli agenti del locale commissariato diretto da Andrea Sarnari,  sono intervenuti in via Jenne, dove un uomo, un romeno di 40 anni, nel corso di una lite, aveva aggredito la moglie. In particolare, dopo averla legata ad una sedia in giardino, l’aveva minacciata con un’accetta ed una tanica di benzina tra le mani.  

La vittima, riuscita divincolarsi, è poi riuscita a telefonare alla Polizia chiedendo aiuto.

Mentre gli agenti stavano ascoltando la donna, si è avvicinato il marito che, in evidente stato di ubriachezza, ha iniziato a dare in escandescenza minacciando i poliziotti. Riportato alla calma, quando gli agenti gli hanno chiesto di esibire un documento, questo ha ricominciato a minacciarli scagliandosi contro di loro. 

Bloccato, è stato accompagnato negli uffici di polizia dove è stato arrestato per  resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale nonché per maltrattamenti in famiglia e lesioni.   Gli agenti, che sono dovuti ricorrere a cure mediche, hanno riportato 3 giorni di prognosi così come anche la donna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lega la moglie ad una sedia, poi minaccia di darle fuoco brandendo un’accetta

RomaToday è in caricamento