Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Lancio di petardi e fumogeni: 28 laziali fermati e identificati a Firenze

Secondo quanto riferisce la questura toscana si sarebbe trattato di un'operazione studiata a tavolino. Nessun contatto con i tifosi viola

Lancio di petardi e fumogeni nel quartiere di Campo di Marte, a Firenze, in una zona dove di solito si assembrano i tifosi della Fiorentina. Sono questi i motivi che hanno spinto la polizia di Firenze a fermare e identificare 28 tifosi della Lazio. Si tratta di un gruppo di sostenitori arrivati a Firenze con altri 30 romani per assistere al match che si è svolto ieri ed ha visto la vittoria dei biancocelesti. La Questura stessa specifica che non ci sono stati contatti tra le due tifoserie. 

Sempre secondo quanto riferisce la questura toscana si sarebbe trattato di un'operazione studiata a tavolino. Secondo gli investigatori della Digos il gruppo avrebbe tentato il blitz dandosi appuntamento ben tre ore prima dell'inizio della partita e si sarebbe avvicinato alla zona senza esibire sciarpe e bandiere della Lazio in modo da passare inosservato: scopo, sempre secondo la polizia, sarebbe stato quello di aggredire i tifosi della Fiorentina. Vistisi però scoperti dalle forze dell'ordine i tifosi laziali, diversi dei quali a volto coperto, hanno fatto esplodere petardi e lanciato fumogeni ma sono stati bloccati e portati in questura.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lancio di petardi e fumogeni: 28 laziali fermati e identificati a Firenze

RomaToday è in caricamento