rotate-mobile
Cronaca Centro Storico / Piazza Campo de' Fiori

Notte di Malamovida: lancio di bottiglie e cariche a Campo de' Fiori. A San Lorenzo agenti accerchiati e minacciati

Tre i ragazzi arrestati. Piazze chiuse anche nella zona di Trastevere

Da Campo de' Fiori a San Lorenzo cambiano le piazze ma non il risultato. Disordini e malamovida venerdì sera dove sono stati diversi gli interventi delle forze dell'ordine. Particolarmente agitata la situazione all'ombra della statua di Giordano Bruno con centinaia di ragazzi assembrati e molesti. Copione simile anche nel quartiere universitario dove gli agenti della Polizia Locale di Roma Capitale sono stati accerchiati e minacciati. Una notte di malamovida terminata con tre ragazzi arrestati ed uno denunciato. 

Lancio di bottiglie e cariche a Campo de' Fiori 

Particolarmente tesa la situazione di Campo de' Fiori dove le forze dell'ordine sono dovute intervenire per disperdere l'assembramento dei giovani tornati in massa nella piazza del Centro Storico della Capitale. Un amaro ritorno alle notti della movida violenta quello di ieri sera, con centinaia di ragazzi che si sono radunati nella storica piazza capitolina al termine dell'incontro di apertura degli Europei giocato da Italia e Turchia. 

A dare il via al venerdì di malamovida una rissa fra due gruppi di ragazzi. Erano da poco passate le 23 di venerdì quando il Dirigente del servizio dedicato al controllo della movida di Campo de' Fiori, notando un grosso assembramento di giovani all’altezza del cinema, si è avvicinato ad esso con un contingente composto da Polizia di Stato e Carabinieri. Gli stessi giovani, a quel punto, hanno iniziato un fitto lancio di oggetti all’indirizzo delle Forze dell’Ordine che, con una manovra rapida ed efficace sono riusciti a disperdere la folla.

Arrestato un 21enne 

Durante il lancio lo stesso dirigente del I Distretto Trevi Campo Marzio, Fabio Abis ed un agente del XIII Distretto Aurelio, sono riusciti ad individuare con sicurezza un 21enne quale uno degli autori dei lanci di bottiglie e, con la collaborazione di due Carabinieri del Comando Stazione Macao, lo hanno bloccato e condotto negli uffici di polizia. Contestualmente è stato fermato anche un 17enne che stava partecipando ai disordini, proferendo offese nei confronti delle Forze dell’Ordine, contro cui ha poi lanciato un mozzicone di sigaretta.

Carabiniere contuso 

Un appartenente all’Arma dei Carabinieri, colpito da una bottiglia di vetro, è stato accompagnato in ospedale e ne avrà almeno per 7 giorni. Il ragazzo di 21 anni, già noto alle Forze dell’Ordine, è stato arrestato per violenza, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale. Il minorenne, invece, sarà denunciato all’Autorità Giudiziaria per oltraggio a Pubblico Ufficiale.  

È al vaglio del Questore l’adozione di D.a.c.u.r  (Divieto di accesso nelle aree urbane) nei confronti di entrambi i giovani. Gli investigatori della Questura di Roma stanno visionando una serie di filmati, realizzati dagli operatori della Polizia Scientifica, per identificare e sanzionare, eventualmente, gli altri partecipanti ai disordini.

Controlli movida

Agenti accerchiati a San Lorenzo

Cambia la piazza, come detto, ma non lo scenario, con centinaia di giovani che si sono riversati per le strade di San Lorenzo richiedendo l'intervento della Polizia Locale per disperdere gli assembramenti con i 'caschi bianchi' poi accerchiati e minacciati. Per questo due giovani di 18 e 20 anni sono stati arrestati per minacce, lesioni e resistenza a Pubblico Ufficiale. E’ in corso di valutazione da parte del Questore di Roma l’adozione del “DACUR” per i due ragazzi.

Nel corso dei controlli eseguiti venerdì da parte dei vigli urbani per far rispettare le disposizioni per la tutela della salute pubblica, si sono resi necessari numerosi interventi per contrastare la formazione di assembramenti con chiusura temporanea di alcune piazze e strade fino al ripristino delle condizioni di sicurezza.

Malamovida a San Lorenzo 

Poco prima della mezzanotte gli agenti sono stati avvicinati da una ragazza che chiedeva aiuto per un tentativo di aggressione avvenuto in via degli Aurunci da parte di alcuni giovani. Accorsi sul posto, gli operanti sono stati circondati da un gruppo di persone con l'intento di ostacolare l'intervento: un ventenne è stato arrestato per minacce e resistenza, dopo aver tentato di sottrarsi ai controlli. Anche in via dei Sabelli le pattuglie, intervenute per disperdere un assembramento, hanno arrestato un ragazzo di 18 anni, per aver tentato di colpire e minacciato di morte gli agenti.

Piazze chiuse a Trastevere 

Mirati interventi della Polizia Locale anche a Trastevere: qui necessarie parziali chiusure in piazza San Calisto, Piazza Santa Maria in Trastevere e piazza Trilussa, a causa dell'ingente numero di persone che rendeva impossibile garantire le norme anti covid. Tre i locali sanzionati e un minimarket chiuso per la vendita di alcolici oltre l’orario consentito.

Vendita di alcolici fuori orario 

Sono stati invece i poliziotti del commissariato San Lorenzo, in presidio nella zona compresa tra piazza dell’Immacolata, Largo degli Osci e via degli Ausoni insieme agli agenti del commissariato San Lorenzo, diretto da Giuseppe Rubino, personale di Polizia Roma Capitale, dopo aver riscontrato in un minimarket ubicato in via dei Volsci la vendita d’asporto oltre l’orario consentito, a sanzionare amministrativamente il locale con la chiusura di 5 giorni e una galleria d’arte, dopo aver riscontrato che nella stessa erano state somministrate bevande alcoliche ad un minore di anni 18.

Cocaina in cucina 

Ed infine, grazie ad un controllo in un’attività commerciale in via dei Marsi, i poliziotti dello stesso ufficio hanno scovato - occultati  in un contenitore in plastica nascosto fra gli scaffali del vano cucina - 51,54 grammi di cocaina, 2 bilancini di precisione e la somma in contanti pari a 204 euro. All’interno del portafogli di un 39enne romano, titolare del locale, è stata inoltre trovata un’altra dose di cocaina pari a 14,8 grammi.  

Arrestato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, il 39enne al termine dell’udienza di convalida con rito direttissimo è stato sottoposto all’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria presso il commissariato San Lorenzo.
 

Il precedente

Serata di malamovida che riporta alla mente quanto accaduto lo scorso 1 giugno, a piazza Santa Caterina della Rota, sempre nella zona di Campo de' Fiori. In quel caso i residenti richiesero l'intervento della polizia per la presenza di numerosi giovani in strada per rumori molesti e musica a tutto volume. 

Giunti sul posto, gli agenti intimarono lo scioglimento e alcuni ragazzi, pur defluendo, protestarono lanciando alcuni oggetti. Gli agenti riuscirono a bloccare un 15enne che, accompagnato presso gli uffici del I Distretto Trevi Campo Marzio, venne denunciato per "danneggiamento ai beni dello Stato, resistenza a Pubblico Ufficiale e getto pericoloso di cose".

A stretto giro per il ragazzo, la Questura di Roma ha poi emesso il 'Daspo Willy', o daspo urbano aggravato, impedendogli di accedere all'interno dei locali pubblici quali pub, bar e ristoranti della zona della movida di Campo dei Fiori e di stazionare nelle immediate vicinanze e negli spazi antistanti degli stessi locali, per la durata di un anno. Con la richiesta alla famiglia del minorenne di risarcimento dei danni causati all'auto della polizia di Stato.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notte di Malamovida: lancio di bottiglie e cariche a Campo de' Fiori. A San Lorenzo agenti accerchiati e minacciati

RomaToday è in caricamento