Il laghetto a Monti dell'Ortaccio: “E' l'acqua usata dagli abitanti”

Un nuovo giallo investe la Valle Galeria: nella cava dove sorgerà la discarica c'è un lago. Per i residenti l'acqua proviene dalle falde da cui la prende anche la popolazione

Un laghetto con tanto di papere, vegetazione intorno e gabbiani che lo sovrastano: non si tratta dello scenario paesaggistico ideale per una gita ma del lago che sorge all'interno della futura discarica a Monti dell'Ortaccio.

Gli abitanti di tutta la Valle Galeria, già vessati da anni dalla presenza di Malagrotta e ora dalla mannaia della nuova possibile discarica, sarebbero privati anche della loro acqua. Questo il primo pensiero che viene in mente vedendo il laghetto e che tanti, tra residenti e politici di zona, hanno espresso.

Al momento di certo sembra esserci un solo dato: quel bacino d'acqua è lì da molto tempo, quindi l'ipotesi che possa trattarsi di acqua piovana, guardando le radure secche intorno, viene meno.

La stessa cosa la confermano dal "Presidio Valle Galeria si Rifiuta" per voce di Alessandro Costantino Pacilli: “Quell'acqua è lì da troppo tempo per essere piovana, se fosse pioggia si sarebbe esaurita, invece il laghetto rimane e non cala. Si può affermare quasi con certezza che l'acqua del laghetto (della falda), finisce nei pozzi delle abitazioni e, se dovesse sorgere una discarica, diverrebbe acqua contaminata.

Tempo fa chiedemmo già spiegazioni sulla provenienza di quel lago e chi gestiva la cava rispose che era acqua piovana, ma come risposta non convince.”

Per i residenti non è un problema da poco: in molti nelle abitazioni utilizzano l'acqua proveniente dai pozzi sia per innaffiare, sia per uso domestico. L'acqua della falda non si può bere ma viene usata, per esempio, con gli elettrodomestici, per lavarsi e per tutti gli scopi soliti. Questo perché molte case della Valle Galeria non hanno l'acqua diretta e utilizzano quella dei pozzi.



Dello stesso parere è Daniela Gentili, Consigliera del XV Municipio di Roma (PD) e Presidente della commissione Lavori Pubblici, che in sopralluogo a Monti dell'Ortaccio con gli altri colleghi del Municipio dichiara: “Siamo qui con le commissioni consiliari davanti al lago, intorno c'è una vegetazione fitta e gli animali. Questa non è acqua piovana è una falda acquifera. Il lago c'è da mesi ma non piove da mesi...”
Quindi, la consigliera continua parlando dei problemi dei residenti: “Mi amareggia che  questa terra e i cittadini che la abitano da così tanto tempo soffrano per le condizioni ambientali e per la malagestione dei rifiuti. Continuare a saperli carichi di un peso così grande mi amareggia. Ci auguriamo che ci sia una presa di coscienza, qui ci sono dei dati sanitari accertati che raccontano le malattie di questa gente, bisogna far qualcosa”.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento