Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Bracciano

Bracciano: residente trova ordigni bellici nel lago, artificieri sul posto

Gli ordigni recuperati sono stati passati in consegna agli artificieri dell'Esercito

Quattordici bombe a mano della Seconda Guerra Mondiale nel lago di Bracciano. Nel corso di mirati servizi per il monitoraggio del lago, i carabinieri della motovedetta dellavCompagnia di Bracciano, unitamente alle dipendenti Stazioni, hanno rinvenuto 14 ordigni bellici di piccola entità, tra le spiagge di Bracciano e di Anguillara. In particolare, 11 bombe a mano sono state trovate sulla battigia del lungolago di Polline.

A seguito di una segnalazione da parte di un cittadino della presenza di un probabile manufatto esplosivo, la Prefettura di Roma ha richiesto un intervento di bonifica d'urgenza al Gruppo Operativo Subacquei della Marina Militare congiuntamente a quello degli artificieri del 6° Regimento Pionieri dell'Esercito.

I Palombari pur avendo effettuato il riconoscimento dell'oggetto segnalato, non risultato pericoloso, hanno rinvenuto lungo la battigia su segnalazione dei Carabinieri le bombe a mano risalenti alla Seconda Guerra Mondiale. Avvisata la prefettura di Roma, gli ordigni recuperati dagli operatori di Comsubin sono stati passati in consegna agli artificieri dell’Esercito che provvederanno alla loro distruzione.

Questo intervento rappresenta uno dei tanti sinora effettuati dalla Carabinieri, in collaborazione con i suddetti reparti, al fine di salvaguardare la sicurezza dei bagnanti del lago.

bombe a mano-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bracciano: residente trova ordigni bellici nel lago, artificieri sul posto

RomaToday è in caricamento