menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ladro in trappola si lancia da una finestra e si rompe le gambe dopo volo di 15 metri

Dopo averlo accompagnato in ospedale il 26enne è stato arrestato dai carabinieri. Ricercato il complice

Si è lanciato da una finestra rompendosi le gambe dopo un volo di 15 metri. Il ladro 'volante' è stato quindi trasportato in ospedale e poi arrestato. A mettergli le manette ai polsi i carabinieri della Stazione di Vicovaro dopo averlo colto in flagranza di reato mentre tentava un furto in un'abitazione di Mandela, piccolo Comune della Valle dell'Aniene. 

Il 26enne, con un suo complice, si era introdotto da poco all’interno di una abitazione disabitata del piccolo comune romano. Sembrava gioco facile per i due malviventi fare razzia di quanto era presente in quella casa ma, un comune cittadino, passando e vedendo le luci accese in quella casa solitamente disabitata, ha dato subito l’allarme chiamando il 112.

Alla chiamata ha subito risposto un militare della Centrale Operativa della Compagnia di Tivoli che ha immediatamente inviato sul posto la pattuglia più vicina. Giunti sul posto, i due Carabinieri della Stazione di Vicovaro, già impegnati in uno specifico servizio di vigilanza e repressione del fenomeno dei furti in abitazione disposti dalla Compagnia di Tivoli, hanno trovato i due “con le mani nel sacco”.

I militari si sono precipitati verso l’abitazione notando che, uno dei due malviventi stazionava nei pressi di una finestra cercando una via di fuga e mai avrebbero pensato che pensasse di trovarla lanciandosi da circa 15 metri di altezza. Ed invece, il 26enne, braccato dai militari, ha deciso di lanciarsi provocandosi però serie ferite alle gambe. 

I due carabinieri, quindi, dopo aver soccorso il ladro aspirante “Icaro” e, una volta messo in sicurezza, lo hanno condotto presso l’ospedale di Tivoli per le cure necessarie. L’altro malvivente, grazie al “diversivo” fornito dal suo “collega, è riuscito ad allontanarsi ma le indagini stanno stringendo il cerchio attorno a lui.

Il 26enne albanese, al momento si trova presso l’ospedale di Tivoli in stato di arresto a disposizione della magistratura tiburtina che, nella giornata di domani, procederà alla convalida dell’arresto.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento