Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Fa spogliare presunto ladro e lo costringe a camminare nudo, nei guai il "regista" del video choc

Le indagini sono scaturite dalla pubblicazione sui social network di un video che riproduceva una coppia di giovani mentre camminava per le vie centrali di Anzio

E' finito nei guai l'uomo che lo scorso 23 aprile aveva aggredito un presunto ladro, costringendolo a spogliarsi nudo e filmandolo mentre lo faceva camminare per le vie di Anzio. Gli agenti della Polizia di Stato della squadra investigativa del commissariato del comune costiero, coordinati dalla Procura della Repubblica di Velletri, hanno infatti dato esecuzione ad un'ordinanza di applicazione di misura cautelare emessa dal Giudice per le indagini preliminari di Velletri.

Le indagini sono scaturite proprio dalla pubblicazione sui social network del video che riproduceva una coppia di giovani mentre camminava per le vie centrali di Anzio: uno dei due era completamente nudo e aggredito dal regista del filmato. Secondo la Qeustura "il video in questione ha ingenerato nella pubblica opinione un vero e proprio allarme sociale per la crudeltà delle immagini".

Le indagini hanno consentito di individuare l'autore del filmato in un noto pluripregiudicato del posto il quale, per motivi legati ad un diverbio, nelle prime ore del mattino del 23 aprile ha rintracciato la coppia di giovani nel centro di Anzio e, dopo aver minacciato e picchiato entrambi, ha costretto il ragazzo a spogliarsi e a percorrere la zona del porto sotto la minaccia di un coltello mentre, col proprio telefono cellulare, riprendeva parte delle fasi per pubblicarle subito dopo sui vari social network.

"Guarda alla telecamera, sorridi. Ho detto che devi sorridere, sorridi. Guardate il pagliaccio che mi ha rubato dentro la macchina. Si fa una passeggiata per Anzio nudo, questa si chiama disciplina", diceva con accento romanesco il "regista" del video ripreso, diffuso come storia su Instagram e poi diventato virale. Una gogna sui social condita anche da un sonoro sganassone. E mentre le immagini riprendono la "passeggiata" del ragazzo nudo accompagnato dall'uomo che lo accusa di aver rubato nella sua auto, il "regista" inquadra anche una donna: "Questa è la sua pischella, sorridi anche tu", dice sottolineandone anche l'appartenenza, quella ad un clan sinti noto nella zona di Anzio, Nettuno e nel basso Lazio che lì, tra le palazzine di Corso Italia, vive. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fa spogliare presunto ladro e lo costringe a camminare nudo, nei guai il "regista" del video choc

RomaToday è in caricamento