rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca Valle Aurelia / Largo di Boccea

Boccea: ladro d'appartamento esibisce documenti falsi ai carabinieri, era ricercato

Le forze dell'ordine lo cercavano dallo scorso mese di ottobre. Carta d'identità e patente di guida erano stati rubati

Era ricercato da sei mesi per furto in appartamento. Sono stati i carabinieri della Stazione Roma Madonna del Riposo a scovare ed arrestare nella zona di Boccea un cittadino albanese di 33 anni, con precedenti, che ha cercato di eludere il controllo esibendo due documenti contraffatti, riportanti le generalità di un’altra persona. Il ladro era ricercato dal mese di ottobre dello scorso anno.

Ricercato in largo Boccea 

Nello specifico, i Carabinieri hanno fermato il 33enne in largo di Boccea, per un normale controllo, ma nel tentativo di eludere il controllo, ha prima fornito false generalità e poi si è dato alla fuga, terminata dopo pochi metri. Bloccato dai militari, l’uomo ha esibito due documenti d’identità; una carta d’identità e una patente di guida, entrambi rilasciati da autorità romene.

Documenti rubati 

I Carabinieri insospettiti dal suo comportamento, hanno approfondito il controllo ed è emerso che il 33enne è di nazionalità albanese e che i due documenti in suo possesso erano stati denunciati rubati da un cittadino romeno. Inoltre su di lui gravava un ordine di custodia in carcere emesso dal Tribunale di Roma lo scorso ottobre, poiché riconosciuto quale autore di un furto consumato all’interno di un appartamento. I documenti sono stati sequestrati e l’uomo arrestato è stato portato nel carcere di Rebibbia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boccea: ladro d'appartamento esibisce documenti falsi ai carabinieri, era ricercato

RomaToday è in caricamento