rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Tor Cervara / Via di Tor Cervara

Banda di marmittari fermata con le cesoie e la refurtiva

I tre ladri sorpresi dai carabinieri nel quadrante nord est della Capitale

Sono diventati lo spauracchio di molti automobilisti che al risveglio al mattino trovano le loro vetture cannibalizzate di marmitte e catalizzatori. Sono i cosiddetti marmittari, ladri specializzati nei furti dei tubi di scappamento. Bande che non sempre riescono a farla franca, come accaduto nel corso del weekend appena trascorso quando i carabinieri ne hanno fermati tre con le mani ancora sporche di grasso.

A mettere i militari dell'arma sulle tracce dei ladri sono stati alcuni abitanti di via di Tor Cervara che la notte fra sabato e domenica hanno notato tre persone che si aggiravano con fare sospetto nella zona. Da qui le chiamate al 112 con il conseguente intervenuto dei carabinieri che hanno sorpreso tre nomadi - di 24, 31 e 37 anni - in possesso di una grossa cesoia per materiale ferroso e di due marmitte di dubbia provenienza. 

Tutto il materiale è stato sequestrato e i tre sono stati segnalati all’autorità giudiziaria. 

Un fenomeno, quello dei furti delle marmitte, che riguarda indistintamente tutta la città, dove nel corso degli anni non c'è stato quadrante che non ne ha fatto le spese. Predoni specializzati nel ricercare i "metalli preziosi" contenuti nelle marmitte e nei vecchi catalizzatori: ovvero fogli e rivestimenti di platino, palladio e rodio, molto ricercati e venduti a caro prezzo al mercato nero. Questa volta però non l'hanno fatta franca. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banda di marmittari fermata con le cesoie e la refurtiva

RomaToday è in caricamento