Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca Cinecittà / Viale dei Salesiani

Marmitte a ruba al Don Bosco, ladri a caccia di catalizzatori: il nuovo business dei ricettatori

Tre i predoni bloccati ed arrestati dalla polizia in via dei Salesiani. In fuga un quarto complice

Catalizzatori marmitte (foto www.autoblog.it)

A caccia di catalizzatori di marmitte da rubare. Si arricchisce di un nuovo business il mercato dei ricettatori. Non solo pneumatici e strumentazione di bordo, ed in alcuni casi anche gli sportelli. A fare gola ai ladri il ricercatissimo palladio contenuto nei catalizzatori dei tubi di scarico. Ladri specializzati in rapidi pit stop che si muovono favoriti dal buio, quasi sempre con un furgone ed un veloce meccanico, armati degli attrezzi del mestiere. Ultimo caso nella zona del Don Bosco, dove la polizia ha poi arrestato in flagranza di reatro tre predoni, con un quarto riuscito a darsi alla fuga. 

La segnalazione al 112 la notte fra sabato e domenica per due uomini che armeggiavano su un'auto in sosta parcheggiata in viale dei Salesiani. Sul posto sono quindi arrivate le pattuglie del VII Distretto di polizia di San Giovanni. Arrivati nella strada del popoloso quaritere del Municipio Tuscolano gli agenti hanno notato un furgone bianco, un Fiat Ducato, fermo in doppia fila con due persone a bordo. 

Vicino al mezzo sospetto due uomini in strada, corrispondenti alle descrizioni indicate al 112 durante la richiesta d'intervento. Accortisi della presenza dei poliziotti i due sono quindi saliti rapidamente sul Fiat Ducato nel tentativo di darsi alla fuga con una delle persone già presenti sul veicolo riuscita a scendere ed a far perdere le proprie tracce scappando a piedi. 

Bloccati i tre, i poliziotti hanno poi accertato l'avvenuto furto del catalizzatore di una Mercedse E190 che si trovava parcheggiata in viale dei Salesiani. Da un controllo accurato la vettura presentava il catalizzatore della marmitta, posto sul lato sinistro del pianale sottostante, rimosso e il tubo della parte restante della stessa presentava chiari segni recenti di taglio.

Controllato il furgone all'interno dello stesso sono poi stati trovati e sequestrati diversi arnesi ed utensili meccanici tra cui un sega elettrica portatile a batteria e diversi crick manuali ed idraulici, ed il catalizzatore appena rubato alla Mercedes. 

Sequestrato il Fiat Ducato, i tre sono stati accompagnati negli uffici del commissariato San Giovanni di polizia. Identificati in tre senza fissa dimora nati in Italia di origine rom di 19, 25 e 27 anni i ladri sono stati arrestati con l'accusa di furto aggravato in concorso. Convalidato l'arresto i tre sono stati sottoposti all'obbligo di firma in attesa di processo al Commissariato Prenestino di polizia. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marmitte a ruba al Don Bosco, ladri a caccia di catalizzatori: il nuovo business dei ricettatori

RomaToday è in caricamento