Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca Piazza del Mercato

Giallo a Monte Compatri: dopo essere entrati in casa del Sindaco, visita dei ladri in Comune

Il primo cittadino: "Atto gravissimo, un gesto che a questo pinto non esito a definire intimidatorio". Sul caso indagano i carabinieri e gli agenti della Polizia Municipale

Il sistema di allarme di Palazzo Borghese manomesso dai ladri

Prima la visita di quattro persone armate di bastone entrate nella sua abitazione, poi il furto nel suo ufficio nella sede del Comune di Monte Compatri. Vittima il Sindaco Marco De Carolis, che definisce quanto accaduto "un atto gravissimo, che mi lascia pensare". Oltre all'inquitente visita, senza furto, nella sua casa, ad infittire la vicenda di mistero i fatti accaduti questa notte, quando "qualcuno si è introdotto a Palazzo Borghese". 

FURTO NELLA SEDE DEL COMUNE - A spiegare cosa e come abbiano agito i ladri lo stesso primo cittadino del Comune dei Monti Prenestini: "Porte di tutti gli uffici forzate, allarmi disinseriti, evidentemente da chi sapeva che c’era questo sistema; documenti sottosopra nello studio del primo cittadino - le parole di Marco De Carolis -. Bilancio del furto: due videoproiettori (che si trovavano nell'ufficio scuola ndr) e un telefono cellulare prelevato dalla mia stanza".
 
IL 24 MARZO - Un furto che potrebbe sembrare uno dei tanti, se non fosse per il precedente dello scorso 24 marzo, quando il Sindaco di Monte Compatri ha ricevuto la visita di una banda di quattro persone in casa, subito dopo essersi recato in città per la commemorazione delle vittime delle Fosse Ardeatine. Allontanatosi dalla sua abitazione la mattina, poco dopo un vicino di casa ha notato la presenza di una strana auto di colore nero parcheggiata nelle vicinanze della sua casa. 

PERSONE IN CASA - A denunciare i fatti, sempre Marco De Carolis, che dopo il furto di questa notte nella sede del Comune dichiara: "Non solo è stata violata la casa di tutti i cittadini, senza un motivo apparente, ma questa storia segue un fatto privato che sono costretto – date le circostanze – a rendere pubblico: venerdì 24 marzo, quattro persone armate di bastoni e a volto coperto si sono introdotte nella mia proprietà. Anche in quel caso, né oggetti di valore né documenti portati via. Un gesto che, a questo punto, non esito a definire intimidatorio". 

INDAGINI DELLE FORZE DELL'ORDINE - Sul caso indagano i carabinieri della Stazione di Monte Compatri e gli agenti della polizia municipale. "Ringrazio il comando dei vigili e la stazione dei carabinieri – conclude il sindaco di Monte Compatri – che stanno lavorando, attraverso lo studio delle immagini del sistema di videosorveglianza, per risalire all’autore di questa azione e verificare se ci sono collegamenti con quanto accaduto dieci giorni fa".  

furto montecompatri 2-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giallo a Monte Compatri: dopo essere entrati in casa del Sindaco, visita dei ladri in Comune

RomaToday è in caricamento