menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Disturbatore di frequenze e ’spadino’: ladri sorpresi a rubare in un furgone sul lungotevere

I due predoni sono stati arrestati dai carabinieri dopo un tentativo di fuga

Scanner e ‘spadino’. Questi gli attrezzi del mestiere con i quali due 'topi d’auto' sono stati sorpresi a rubare in un veicolo che si trovava in sosta sul lungotevere, zona San Paolo. I predoni sono entrati all’opera domenica pomeriggio sul lungotevere Dante ma sono stati arrestati dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma.

I militari, in transito in quel tratto di strada, hanno notato due persone che, alla loro vista, si sono velocemente date alla fuga dopo aver brevemente armeggiato nei pressi di un furgone parcheggiato. I Carabinieri si sono messi alle calcagna dei fuggitivi, riuscendo a fermarli dopo pochi metri: si tratta di due cittadini cileni di 45 e 51 anni già conosciuti alle forze dell’ordine e nella Capitale senza fissa dimora, trovati in possesso di arnesi per lo scasso e di uno scanner, apparecchio utile a disturbare i segnali radio delle chiusure centralizzate delle auto.

Nel corso delle verifiche dei militari è emerso, inoltre, che avevano tentato di forzare la serratura del furgone pochi istanti prima del passaggio della 'gazzella'. Gli oggetti sono stati sequestrati mentre i due sudamericani sono stati arrestati con l’accusa di tentato furto aggravato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento