Cronaca

In auto a Bolzano con oro e denaro rubati, doveva essere ai domiciliari a Roma

La 26enne è stata fermata dai carabinieri assieme ad un ragazzo minorenne

Immagine di repertorio

In 'trasferta' per rubare a Bolzano doveva essere agli arresti domiciliari a Roma. A scovarla i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, durante un apposito servizio finalizzato alla prevenzione dei furti nel territorio del Comune di Laives, con i militari che hanno fermato un auto con a bordo una 26enne ed un ragazzo minorenne, entrambi nomadi di etnia rom. 

Dalle verifiche è emerso come la donna doveva essere agli arresti domiciliari a Roma per reati inerenti il patrimonio. Inevitabile la perquisizione della donna e del veicolo. E' in quel momento che sono stati trovati degli attrezzi per lo scasso, nonché in un sacchetto di nylon (nascosto indosso alla donna) con all'interno una catenina d'oro, degli orecchini, un braccialetto, un anello e del denaro in contante per circa 170 euro. 

I Carabinieri, proprio per la tipologia dell'oro rinvenuto, sono riusciti a risalire in tempi brevissimi agli effettivi proprietari, una famiglia di Merano, che nel corso della mattina avevano scoperto e già denunciato il furto. Tutto il materiale è stato sequestrato, mentre i valori verranno restituiti al più presto agli aventi diritto. 

La donna è stata arrestata per evasione, ricettazione e possesso di arnesi atti allo scasso, venendo posta immediatamente a disposizione della Procura della Repubblica di Bolzano per l'iter processuale per direttissima. Il ragazzo minorenne invece è stato affidato ad una dedicata struttura ricettiva, informando il Tribunale per i Minorenni di Bolzano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In auto a Bolzano con oro e denaro rubati, doveva essere ai domiciliari a Roma

RomaToday è in caricamento