menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scoperta gang di falsari al Pigneto: scarpe e abiti falsi per tutta Roma

Sei le persone arrestate dai finanzieri. Sequestrati oltre 50mila articoli

Nike, Prada, Adidas, Fila, Gucci, Prada, Armani, Moncler, Diesel, Givenchy, Michael Kors. A produrre abiti e accessori una gang di “falsari” smantellata dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma che hanno poi trovato i laboratori nella zona del Pigneto. 

I militari delle Fiamme Gialle, coordinati dalla Procura della Repubblica capitolina, hanno eseguito un provvedimento restrittivo della libertà personale emesso dal G.I.P. del locale Tribunale nei confronti di 6 persone (4 agli arresti domiciliari, una sottoposta all’obbligo di firma e una è risultata irreperibile), accusate dei reati di produzione e distribuzione di capi di abbigliamento riproducenti modelli e marchi di note case di alta moda. In manette sono finiti cinque cittadini del Senegal ed uno della Costa d’Avorio. 

Laboratori per la contraffazione al Pigneto: il video 

Le indagini delle Fiamme Gialle del Gruppo di Fiumicino, grazie ad intercettazioni telefoniche, pedinamenti e appostamenti, hanno permesso di fare piena luce sui ruoli dei vari membri del sodalizio che, composto da senegalesi e ivoriani, vantava una struttura organizzativa piuttosto articolata, tale da garantire la distribuzione capillare sia dei prodotti finiti che dei “semilavorati” e della componentistica necessaria (etichette, bottoni, lampo, fibbie e pendagli).

L’assemblaggio avveniva in laboratori allestiti in abitazioni private, con tanto di macchinari e cucitrici idonei al confezionamento di capi di ottima fattura, al punto da ingannare anche l’occhio più esperto. 

Nel corso dell’operazione sono stati sequestrati oltre 50.000 articoli ed accessori di abbigliamento che, se immessi sul mercato, avrebbe fruttato all’organizzazione oltre 2 milioni di euro fra borse, scarpe da ginnastica, maglioni, felpe ed accessori per l’abbigliamento. L’operazione si inquadra nel più ampio dispositivo messo in campo dalla Guardia di Finanza di Roma per il contrasto alla “filiera del falso”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento