rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Cronaca Via di Boccea

La rapinatrice col pitbull che ruba soldi destinati alla beneficenza

La 46enne fermata dopo aver rubato le donazioni contenenti in un bussolotto per la ricerca contro la sclerosi multipla

Ha rubato i soldi raccolti per beneficenza in un ristorante a Boccea e poi ha aizzato il suo cane pitbull contro la ristoratrice che aveva provato ad inseguirla dopo essersi accorta del furto. In fuga la donna è stata trovata fuori una pasticceria, dove era entrata per saldare un debito per delle birre non pagate, che il giorno prima aveva rubato con la stessa tecnica, ovvero sguinzagliando il proprio amico a 4 zampe per guadagnarsi la fuga.

A mettere fine alle scorribande della rapinatrice col pitbull la polizia. In particolare la donna, una 46enne nata in Emilia Romagna e residente al Quartaccio, è entrata in un ristorante in via di Boccea intorno alle 19:30 di lunedì 19 luglio portandosi via il contenitore in plastica dove erano stati raccolti i soldi per la ricerca contro la sclerosi multipla. 

Rincorsa dalla dipendente, è fuggita a piedi con il suo cane. Una volta raggiunta dalla commerciante ha prima provato a morderla ad un mano per poi aizzarle contro il molosso al grido di "Attacca, attacca", guadagnandosi così la fuga con la donna che ha poi dato l'allarme al 112. 

Sul posto i poliziotti del commissariato Colombo che hanno rintracciato la rapinatrice in via del Quartaccio, dove era appena uscita da una pasticceria per saldare il debito che aveve per delle birre non pagate, rubate con la stessa tecnica del ristorante, ovvero aizzando contro il proprio cane contro il pasticciere. 

Trovata con 60euro addosso, nascondeva ancora in casa il contenitore rubato. Per lei sono scattate le manette, per il cane, docile e affettuoso con gli agenti, è stato invece deciso il trasferimento alla Muratella.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La rapinatrice col pitbull che ruba soldi destinati alla beneficenza

RomaToday è in caricamento