rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Cronaca Guidonia Montecelio / Via Monte Bianco

La banda del piccone colpisce ancora: svaligiata una gioielleria

Il colpo messo a segno a Colleverde di Guidonia. Indagano i carabinieri

Potrebbero far parte della stessa banda che la notte prima aveva "visitato" il chiosco bar di un distributore di carburante di via Casal Bianco, a Marco Simone, sparendo con un bottino di 20mila euro fra tabacchi e gratta e vinci. Ancora un furto nella zona di Guidonia Montecelio dove un gruppo di ladri ha spaccato la vetrata di una gioelleria con un piccone, per poi svaligiare oro e gioielli dell'esercizio commerciale. Il furto è stato messo a segno la notte di mercoledì alla gioielleria Calvagna di via Monte Bianco, a Colleverde di Guidonia. 

L'allarme è scattato poco dopo le 3:00 del 27 aprile. Sul posto sono quindi intervenuti i carabinieri della tenenza di Guidonia che hanno accertato l'avvenuto furto. Secondo una prima ricostruzione tre malviventi, con i volti travisati, hanno prima tagliato la saracinesca della gioielleria con una smerigliatrice. Poi, armati di piccone ed altri attrezzi da lavoro hanno spaccato la vetrina del negozio. Una volta dentro hanno ripulito gli espositori. Poi la fuga a bordo di un'auto nera in direzione del grande raccordo anulare. 

Con un bottino ancora da quantificare, i militari della caserma di largo Centroni hanno quindi ascoltato il proprietario. Indizi utili a rintracciare la banda potrebbero arrivare dalla visione delle telecamere di sicurezza della gioielleria. 

Furto gioielleria Colleverde Guidonia (foto facebook Calvagna Gioielli) 1

Una sgradita sorpresa, che ha trovato il commento dei titolari della gioielleria Calvagna che su facebook denunciano: "2014-2018-2022 il terzo furto in 8 anni, un’ennesima violenza, un’ennesima ingiustizia, ed il senso di impunità è dilagante - scrivono sulla loro pagina social Paolo, Alessio e Noemi -. A Colleverde il tema sicurezza è un’emergenza non più rimandabile, è necessaria una riorganizzazione ed un rafforzamento immediato delle forze dell’ordine a presidio di questo Territorio che è dimenticato da tutti ed all’interno del quale, quotidianamente, cittadini residenti e commercianti vivono nella paura di subire furti e rapine. Altrettanto determinante ed opportuna sarebbe la predisposizione di un sistema di videosorveglianza delle strade da parte del comune. Dobbiamo confessarvi che siamo stanchi, delusi e mortificati, perché solo Dio conosce l’impegno ed i sacrifici che ci sono dietro. Ma possiamo garantirvi che, grazie anche all’affetto che ci state dimostrando, ci rialzeremo più forti di prima".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La banda del piccone colpisce ancora: svaligiata una gioielleria

RomaToday è in caricamento