Termini: Jimmy Ghione e due operatori aggrediti e rapinati, quattro persone fermate

Il noto inviato di Striscia è stato prima minacciato e poi aggredito da un gruppo di 8 - 10 persone. Tre persone, due romani e un napoletano, sono state arrestate. Un altro invece è stato denunciato

Jimmy Ghione in una foto di repertorio

Stavano effettuando delle riprese televisive in via Giolitti, a due passi dalla Stazione Termini, quando sono stati aggrediti e rapinati. Protagonisti della vicenda, loro malgrado, l'inviato di Striscia la Notizia Jimmy Ghione, e due suoi operatori-registi. I tre sono stati avvicinati da un gruppo di uomini, che dopo averli minacciati, gli hanno intimato di spegnere le telecamere.

Dopo qualche istante, i tre giornalisti sono stati accerchiati e aggrediti da questo "gruppo", composto da circa 8-10 persone. Colpi al volto e alla testa, telecamera e cellulare in terra danneggiati, oltre al furto delle chiavi dell’autovettura con la quale le vittime erano giunte sul luogo all'Esquilino. A questo punto gli aggressori si sono allontanati, mentre i tre giornalisti si sono recati nel vicino Commissariato di Polizia di Viminale per denunciare l’accaduto. Raccontando la dinamica dei fatti, hanno anche descritto agli agenti i malviventi.

Nell’immediato la Sala Operativa della Questura ha diramato la nota alle pattuglie. Agenti del Reparto Volanti e del Commissariato Viminale hanno effettuato una “battuta” in tutta la zona, ricercando gli autori dell’aggressione. Non lontano dal luogo indicato dalle vittime, i poliziotti hanno individuato 4 persone somiglianti alle descrizioni fornite dalle vittime. Alla vista della Polizia hanno cercato di allontanarsi, ma sono stati raggiunti; fermati e controllati, sono stati subito riconosciuti quali autori dell’episodio delittuoso.

Uno di loro è stato anche trovato in possesso delle chiavi, poco prima rapinate, dell’autovettura delle vittime. Identificati in due romani di 31, e 40 anni ed in un napoletano 47enne, oltre ad un quarto uomo residente nella Capitale di 32 anni.  I quattro sono stati accompagnati presso gli uffici del Commissariato.

Per i primi 3 è scattato l’arresto per i reati di violenza privata, danneggiamento e lesioni aggravate, mentre il quarto è stato denunciato. Per i tre giornalisti, sono poi state necessarie, a causa delle ferite riportate a seguito dell’aggressione, cure mediche con conseguenti diversi giorni di prognosi.

L'inviato del Tg satirico di Canale 5 non è nuovo ad aggressioni. Era infatti il maggio del 2012 quando Jimmy Ghione venne aggredito assieme al suo cameramen durante un'intervista nella zona del Quadraro. In quel caso il presentatore riportò delle ferite dopo essere stato accusato di essere un "molestatore televisivo".

Striscia la notizia, sul proprio sito scrive: "Nonostante a quell'ora la stazione fosse ancora in attività, non c'erano però addetti alla sicurezza in circolazione, tanto da costringere la troupe a recarsi presso il Commissariato di Polizia più vicino. Quattro componenti del "branco", tutti italiani, sono stati individuati e fermati. Per i primi tre è scattato l'arresto per i reati di violenza privata, danneggiamento e lesioni aggravate, mentre il quarto è stato denunciato. Uno di loro è stato anche trovato in possesso delle chiavi dell'automobile con cui la troupe era giunta sul luogo, rubate nel corso della colluttazione.
L'aggressione è particolarmente significativa se si pensa che l'inviato di Striscia la notizia si trovava lì proprio per chiudere un servizio di denuncia del degrado in cui versa lo scalo di Roma Termini. Nel servizio, in onda questa sera (Canale 5, ore 20:40), Jimmy Ghione mostra infatti lo stato di abbandono in cui si trova la stazione della Capitale, punto di snodo più importante d'Italia. Quando cala la sera, infatti, tutta la zona si trasforma in un vero e proprio dormitorio per i senzatetto e terreno di "caccia" per spacciatori e rapinatori".

jimmy-ghione-picchiato-termini-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento