Cronaca

No al Green Pass, oggi manifestazione a piazza del Popolo. La Questura: "Rischio troppa folla"

La Questura ha ritenuto di spostare la manifestazione in piazza del Popolo, visto che piazza di Montecitorio è stata ritenuta non idonea per i possibili assembramenti

Gli anti Green Pass sono pronti ad invadere Roma. Dopo la manifestazione di sabato, la Capitale si prepara a fare da scenario ad una nuova crociata contro il passaporto vaccinale che sarà propedeutico per svolgere diverse attività, da quelle culturali fino all'accesso ai ristoranti al chiuso, dal prossimo 6 agosto. Oggi, infatti, c'è grossa attesa per la protesta è stata organizzata dal "Movimento Io Apro", organizzazione di ristoratori, che si prevede numerosa, addirittura tra le 50 e le 100mila persone - stando a quanto palesato dai manifestanti - tanto da portare la Questura di Roma a spostare la protesta da piazza Montecitorio a piazza del Popolo.

La Questura ha spiegato che la decisione è legata al fatto che "non è prevedibile ipotizzare il numero di partecipanti che potrebbe aderire all'iniziativa che potrebbe essere superiore a quello indicato dai promotori in quanto la stessa è stata ampiamente pubblicizzata anche sui canali social, non solo dai diretti organizzatori". 

Piazza Montecitorio "ritenuta non idonea"

Una previsione fatta anche "alla luce degli inviti alle persone di convenire in quel luogo" effettuati durante la manifestazione di sabato sempre contro il Green Pass, "da chi ha preso la parola e nei cui riguardi sono in atto attività investigative dirette alla denuncia alla Procura della Repubblica per manifestazione non autorizzata", si legge facendo riferimento a esponenti dell'ultra destra romana.

Per questo la Questura ha ritenuto di indicare piazza del Popolo, vista la conformazione di piazza di Montecitorio, "ritenuta non idonea per garantire il dovuto distanziamento sociale e anche a causa della sua dimensione non in grado di poter contenere un numero di persone superiore a quanto previsto. Piazza del Popolo rappresenta il luogo migliore che contempera il diritto a manifestare con le esigenze di ordine e sicurezza pubblica". 

"Facciamo saltare il banco"

Gli organizzatori di "Io Apro" hanno deciso di radunarsi al grido di "Green Pass? No, grazie" e di "Facciamo saltare il banco". Umberto Carriera, segretario nazionale di IoApro, con una diretta Facebook a dato appuntamento a tutti a Roma: "Non ci potranno fermare, facciamo troppa paura. Inserire il Green Pass, oltre che una limitazione inaccettabile dell'individuo, andrebbe a creare a tutte le categorie coinvolte un danno economico incredibile". 

Le altre proteste a Roma

E sempre per protestare contro il Green Pass, nella Capitale sono state lanciate anche altre iniziative. Per mercoledì 28 luglio sono in programma altre due manifestazioni, anche queste preavvisate e autorizzate, sempre in piazza del Popolo. La prima, prevista per le 17.30, è organizzata dalmovimento "Io sto con l'avvocato Polacco".

La seconda, alle 20, su iniziativa di "Libera scelta", e a questa, ci sarà anche una fiaccolata. Le altre due sono attese per venerdì 30 luglio alle 16 in piazza dell'Esquilino e per sabato 31 luglio in piazza del Popolo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No al Green Pass, oggi manifestazione a piazza del Popolo. La Questura: "Rischio troppa folla"

RomaToday è in caricamento