Cronaca Via Cristoforo Colombo

Non si ferma all'alt dei carabinieri e scappa: inseguimento sulla Colombo

L'uomo aveva in tasca della cocaina: a casa rinvenuti hashish, sostanza da taglio e bilancini di precisione. Altri due arresti nelle stesse ore

Tre arresti in poche ore da parte dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma impegnati in attività di contrasto alla criminalità. A finire in manette tra Cristoforo Colombo, Anagnina e Portonaccio, un uomo per detenzione di droga e i responsabili di due rapine. 

Inseguimento sulla Colombo

Nel primo intervento i militari nel corso di un controllo alla circolazione stradale hanno arrestato un 54enne, originario di Brescia ma da tempo residente a Pomezia, incensurato. L’uomo non si è fermato all’alt dei carabinieri, dandosi alla fuga e costringendoli ad un lungo inseguimento lungo via Cristoforo Colombo. 

Nel tentativo di far perdere le proprie tracce, ha effettuato una serie di pericolose manovre nel traffico ma all’altezza di via Laurentina, il motociclista ha urtato la Gazzella finendo la sua corsa sull’asfalto. Sul posto è stata fatta arrivare un’ambulanza del 118 ma il 54enne ha rifiutato le cure mediche. 

Così i militari hanno provveduto alla perquisizione personale durante la quale l'uomo è stato  trovato in possesso di 1 grammo di cocaina, mentre in quella successiva, scattata nell’abitazione di Torvajanica, ha consentito di sequestrare altre dosi di cocaina, hashish e sostanza da taglio, oltre a bilancini di precisione e materiale per il confezionamento della droga. 

Le verifiche sul mezzo hanno permesso di scoprire che era privo di assicurazione e revisione periodica, pertanto è stato sequestrato e affidato ad un deposito giudiziario. 

Il 54enne è stato trattenuto in caserma in attesa del rito direttissimo: dovrà rispondere di resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e detenzione illecita di sostanze stupefacenti.

Strappa collanina d'oro a 18enne: inseguito e arrestato

L’altro arresto dei Carabinieri riguarda un cittadino del Marocco di 26 anni, in Italia senza fissa dimora e irregolare sul territorio nazionale, nullafacente e con precedenti, che in via Tuscolana nei pressi della fermata della metro Anagnina, è stato notato mentre strappava dal collo la catenina ad un 18enne romano.

I militari in transito hanno notato tutta la scena e sono intervenuti immediatamente inseguendo il malvivente che, dopo alcuni metri, è stato raggiunto ed ammanettato, dopo una breve colluttazione. La vittima è stata medicata presso il pronto soccorso del Policlinico Casilino e dimessa con prognosi da aggressione; mentre il rapinatore, dopo l’arresto, è stato portato in caserma e trattenuto in attesa del rito direttissimo. L’accusa è quella di rapina e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Rapina al minimarket

Infine, a seguito di una segnalazione giunta al numero di emergenza 112, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato un romano di 30 anni, nullafacente e con precedenti, sempre per rapina. Il malvivente dopo aver fatto irruzione in un mini market, gestito da un cittadino del Bangladesh, di 34 anni, e sotto la minaccia di un coltello si è fatto consegnare l’incasso, circa 30 euro, ed è fuggito a piedi. 

Il tempestivo intervento dei militari e la descrizione fornita dalla vittima ha consentito in breve tempo di rintracciare e arrestare il 30enne. Addosso all'uomo i militari hanno rinvenuto sia il coltello che i soldi sottratti.

La somme è stata riconsegnata al titolare del market, mentre il coltello è stato sequestrato. Dopo l’arresto il rapinatore è stato portato in caserma e trattenuto in attesa del rito direttissimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non si ferma all'alt dei carabinieri e scappa: inseguimento sulla Colombo

RomaToday è in caricamento