Spari e inseguimento da film sul litorale: arrestato esponente del clan Parisi

In manette Antonio Busco, barese del rione Japigia. L'inseguimento è avvenuto nel pomeriggio, ad Anzio

Prima un inseguimento, poi due colpi di pistola e alla fine l'arresto di un esponente del noto clan Parisi di Bari. In manette è così finito Antonio Busco, barese del rione Japigia, ritenuto elemento di spessore della criminalità pugliese. Pomeriggio di tensione quello vissuto ieri 30 novembre. Tutto è iniziato intorno alle 15:30, ad Anzio in viale Severiano, quanto i Carabinieri hanno fatto scattare il blitz. 

I militari di Bari, in borghese, supportati dagli uomini di Anzio hanno aspettato Busco davanti una scuola. Il 35enne, condannato a 2 mesi di reclusione per il reato di oltraggio a pubblico ufficiale commesso nell’ottobre del 2010, era ricercato. Busco, però, riconosciuti i Carabinieri è salito sulla sua Fiat Panda, accelerando, per poi fuggire. 

Dopo aver speronato un'auto si è diretto sul lungomare. I militari si sono messi subito alle costole del pregiudicato, fino alla parrocchia Sacro Cuore di via Tripoli. Qui il fuggitivo ha proseguito a piedi cercando un nascondiglio di fortuna. I carabinieri, quindi, hanno esploso in aria due colpi di pistola a scopo intimidatorio e Busco si è arreso. 

La successiva perquisizione domiciliare, nella villa dove il 35enne di Bari vive con la famiglia, ha consentito di rinvenire e sottoporre a sequestro 1 chilo di cocaina e documenti falsi. La droga, che una volta immessa sul mercato dello spaccio al dettaglio avrebbe fruttato un guadagno stimato in non meno di 250mila euro, è stata portata al Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Busco è stato dichiarato anche in stato di arresto, in flagranza di reato, per "detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, resistenza a pubblico ufficiale, possesso di documenti di identificazione falsi" e trasferito presso il carcere di Velletri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento