Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Castro Pretorio / Viale Castro Pretorio

Fuga da film: a bordo di una jeep semina il panico in pieno giorno

L'inseguimento è iniziato in piazzale del Verano per poi concludersi a Castro Pretorio

A bordo di una jeep ha seminato il panico dando vita ad una pericolosa fuga in pieno giorno iniziata a San Lorenzo e terminata a Castro Pretorio. Ad essere fermato dopo un lungo inseguimento un 30enne calabrese, poi arrestato dalla polizia. Nella vettura 7 etti di marijuana. 

La corsa dell'uomo residente a Taurianova, in provincia di Reggio Calabria, è iniziata nel pomeriggio di venerdì 10 settembre quando gli investigatori della squadra di polizia investigativa del Commissariato San Lorenzo di polizia, diretto da Giuseppe Rubino, hanno notato una jeep bianca ferma nei pressi dell'ingresso del cimitero monumentale del Verano, affiancata alla vettura uno scooter. Notato un passamano sospetto fra l'automobilista e lo scooterista le due auto civetta sono entrate in azione ma sia lo scooterista che l'automobilista si sono dati alla fuga.

Marijuana inseguimento San Lorenzo-2

In particolare la Jeep Renegade ha preso viale Regina Elena a tutta velocità nonostante la presenza delle numerose persone che affollavano l'area del Policlinico e dell'università La Sapienza. Inseguito dalla polizia il fuggiasco, dopo aver passato due incroci con il semaforo rosso si è diretto verso viale dell'Università. Bloccato nel traffico due agenti sono scesi per fermare la sua corsa, ma il giovane li ha trascinati con l'auto e fatti cadere riuscendo a ripartire speronando l'auto civetta.

Una pericolosa fuga che è proseguita su via Castro Pretorio e via dei Mille sino a piazza Indipendenza, poi ancora viale del Castro Pretorio, dove i poliziotti sono quindi riusciti a fermare la Jeep, con l'ausilio degli agenti del Commissariato Esquilino, nonostante ripetuti tentativi di speronamento tentati dal ragazzo.

Bloccato dalla polizia nella vettura è stato trovato in possesso di 7 etti di marijuana. Cinque i poliziotti costretti a ricorrere alle cure mediche a causa dei vari  speronamenti tentati dal fuggitivo. Il 30enne è stato invece arrestato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale, danneggiamento ai beni dello Stato e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fuga da film: a bordo di una jeep semina il panico in pieno giorno

RomaToday è in caricamento