Scivola sul Gran Sasso e si ferisce, escursionista romano recuperato a 2200 metri

L'intervento effettuato con l'elicottero del Soccorso Alpino e Speleologico sul monte Prena, in Abruzzo

Immagine di repertorio

L'allarme al numero d'emergenza è stato inoltrato intorno alle 12:40. L'elicottero del 118 si è infatti alzato in volo dalla base di Preturo, L'Aquila, per recarsi sul monte Prena, una vetta del Gran Sasso d'Italia, precisamente sulla via dei Laghetti.

Un escursionista romano, in compagnia di altri due, si è infortunato perdendo un appiglio su roccia. Il recupero, avvenuto a 2200 m s.l.m., è stato effettuato dal tecnico di elisoccorso del Soccorso Alpino e Speleologico per mezzo del triangolo di evacuazione e del verricello.

Una volta a bordo, l'infortunato, che non è in pericolo di vita, è stato trasportato all'ospedale San Salvatore dell'Aquila. I compagni invece, hanno continuato autonomamente la discesa a piedi dal Prena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparito da sei mesi viene trovato mummificato nel vano areazione dell'ospedale

  • Coronavirus, ordinanza di Raggi: stop a tutti i concorsi pubblici a Roma

  • Tragedia nella Metro A, morto un uomo investito da un treno alla stazione Manzoni

  • Sciopero, oggi a Roma metro e bus a rischio per 24 ore: tutte le informazioni

  • Via Pontina, precipita con la Smart dalla rampa e muore sul colpo. Gli amici lo ricordano sui social

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi e comunicazioni alle Asl. Tutto quello che c'è da sapere

Torna su
RomaToday è in caricamento