menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ricette contraffatte per farmaci a base di morfina ed una serra per la marijuana nel box, nei guai infermiere

In casa dell’uomo anche una pianta di peyote. Le indagini dopo la denuncia di un dirigente medico dell’ospedale

Sono arrivati a lui dopo la denuncia di un dirigente medico dell’ospedale Sant’Andrea che aveva scoperto delle ricette mediche contraffatte per poter prendere dei farmaci a base di morfina. Ricettario che è stato poi trovato in casa di un infermiere professionale dello stesso nosocomio di Grottarossa, dove la polizia ha poi fatto una scoperta stupefacente, riNvenendo una serra per la produzione di marijuana e 250 grammi di sostanza stupefacente in un box auto. 

La denuncia del dirigente medico

In particolare lo scorso 10 marzo il dirigente medico ha presentato denuncia nei confronti di ignoti poiché, contattato da personale di una farmacia ubicata in via Cassia, appurava che alcune persone avevano presentato alcune ricette su carta intestata Sant'Andrea a falsa firma del suddetto medico. Tali ricette autorizzavano l'acquisto del farmaco "Oramorph”(farmaco a base di Morfina) e il timbro apposto era contraffatto.

La perquisizione

Le indagini della polizia hanno quindi portato all’identificazione dell’infermiere e quindi all'emissione del relativo decreto di perquisizione per i reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e falso materiale commessa da incaricato di pubblico servizio.Martedì scorso gli agenti hanno rintracciato l’uomo presso l’ospedale Sant’Andrea dove lo stesso presta servizio rivestendo la qualifica di infermiere professionale.

Una serra per la marijuana nel box

Le perquisizioni, effettuate presso il posto di lavoro e presso l'abitazione, hanno poi portato gli investigatori del Commissariato Flaminio Nuovo, diretto da Luca Cosimati, a trovare e sequestrare circa 250 grammi di marijuana, ed una pianta di Peyote (“Lophophora Williamsii”). Nel box auto inoltre è stata trovata una serra completa di tutta la relativa attrezzatura per la coltivazione e la produzione (filtri, lampade, eccetera). 

Il ricettario 

La perquisizione ha inoltre portato al rinvenimento ed al sequestro di ricettario con intestazione Azienda Ospedaliera Sant'Andrea e del timbro contraffatto. Sono stati trovati inoltre una serie di medicinali, destinati ad uso esclusivo di strutture sanitarie autorizzate e materiale sanitario di probabile provenienza furtiva, motivo per il quale veniva indagato anche per il reato di ricettazione.

L'arresto dell’infermiere è stato convalidato e il giudizio rinviato per la richiesta del difensore dell'imputato dei termini per istruire la difesa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento