Cronaca

Infermiera con tubercolosi, il Policlinico Gemelli replica al Codacons

Il Codacons ha diffuso la notizia che il marito dell'infermiera sarebbe stato affetto da tubercolosi nel 2004. La Direzione del Policlinico: "Mai ricevuta alcune segnalazione"

E' di stamattina la denuncia choc del Codacons

Continua a fare discutere il caso dell'infermiera che a Roma, dopo aver contratto la tubercolosi, ha contagiato alcuni bambini. La Direzione del Policlinico universitario 'A. Gemelli' dichiara che "non è mai giunta né da parte della dipendente, cui è stata diagnosticata Tbc, né da parte delle autorità sanitarie competenti segnalazione di patologia tubercolotica, di cui sarebbe stato affetto un familiare dell'infermiera".

In tal modo la struttura sanitaria ha replicato al Codacons, che questa mattina ha diffuso la notizia della presunta malattia da parte del marito dell'infermiera, che sarebbe stato affetto da tubercolosi nel 2004.

"Tutti gli altri aspetti relativi alla vicenda - conclude la nota - saranno chiariti nelle opportune sedi con le quali il Policlinico Gemelli sta collaborando fattivamente, fornendo i necessari chiarimenti che di volta in volta vengono richiesti. La Direzione del Policlinico dichiara altresì che massima è stata l'attivazione della struttura sin dalla insorgenza del problema".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infermiera con tubercolosi, il Policlinico Gemelli replica al Codacons

RomaToday è in caricamento