menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Uccise i figli in carcere, Pm chiede assoluzione per "vizio totale di mente"

Nella perizia disposta dal gip lo psichiatra Fabrizio Iecher aveva spiegato che la donna al momento dei fatti "era totalmente incapace di intendere ma sufficientemente in grado di volere"

Il pm Eleonora Fini ha chiesto al gup l'assoluzione per "vizio totale di mente" per Alice Sebesta, la detenuta tedesca che il 18 settembre 2018 ha ucciso i due figli, Divine e Fatih scaraventandoli dalle scale nel reparto nido del carcere di Rebibbia a Roma. La decisione del gup Anna Maria Gavoni, che procede in abbreviato, è attesa nella prossima udienza.

La donna, difesa dall'avvocato Andrea Palmiero e attualmente ospite presso il Rems di Castiglione delle Stiviere, è stata sottoposta a due perizie psichiatriche.

L'appello: "Mai più bambini in carcere"

Nella perizia disposta dal gip lo psichiatra Fabrizio Iecher aveva spiegato che la donna "è affetta da un disturbo schizoaffettivo di tipo bipolare" e al momento dei fatti "era totalmente incapace di intendere ma sufficientemente in grado di volere". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento