Spari a Centocelle: la vittima colpita per vendetta, aveva sparato al padre dei gemelli

Casimiro Nori venne ferito a colpi di pistola durante un agguato lo scorso 9 giugno in via delle Mandragore. Arrestati due gemelli, per lui il giudice ha disposto l'ordine di divieto di dimora a Roma

E' stato iscritto nel registro degli indagati per far luce sulla vicenda che lo ha visto protagonista. Dopo l'arresto di due fratelli gemelli romani, considerati coloro che hanno inseguito e sparato alla vittima a ridosso del Parco Madre Teresa di Calcutta, anche Casimiro Nori, 38enne ferito nel corso dell'agguato avvenuto lo scorso 9 giugno in via delle Mandragore a Centocelle è stato inscritto negli indagati dalla Procura di Roma.

SPARI DA PARTE DI NORI - Secondo quanto accertato dai carabinieri del nucleo investigativo di via Inselci, che si stanno occupando delle indagini, nel momento dell'agguato anche Nori, alla guida di una moto, avrebbe sparato almeno un colpo di pistola contro l'auto, una Mini Cooper, sulla quale viaggiavano gli aggressori e che lo ha speronato e raggiunto con alcuni colpi di arma da fuoco.

SPARI AL PADRE DEI GEMELLI - Le indagini dei Carabinieri hanno infatti consentito di accertare che il Nori, poco prima del suo ferimento, aveva esploso due colpi d’arma da fuoco all’indirizzo del padre dei gemelli, senza colpirlo, utilizzando un revolver calibro 38, rinvenuto sulla scienza del crimine. Mentre restano ancora da chiarire i motivi che lo avevano spinto a sparare contro il papà dei gemelli, il Nori, che si trova ancora ricoverato presso un luogo di cura fuori Roma, con questa misura non potrà dimorare nella Capitale.

PADRE DEI GEMELLI - In seguito alle indagini i Militari dell'Arma hanno poi arrestato i due fratelli gemelli, accusati di "tentato omicidio". Casimiro Nori dovrà, invece, rispettare l'ordine di divieto di dimora a Roma disposto dall'Autorità Giudiziaria. E' inoltre indagato per lo stesso episodio anche il padre dei due fratelli finiti in carcere.

INDAGINI - Le indagini dei Carabinieri proseguono per chiarire se ci siano altri complici e chiarire le cause della sparatoria. Tra le ipotesi prevalenti quella di contrasto nell'ambito dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento