Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Morte sospetta di una donna all'Umberto I, "Via alle indagini"

Il caso evidenziato da alcuni quotidiani riguarderebbe una 48enne ricoverata a luglio e morta dopo una serie di interventi ad ottobre

Scossone al Policlinico Umberto I al centro delle indagini per la morte sospetta di una donna di 48 anni a causa di una possibile infezione causata dal batterio klebsiella. Indagine che coinvolgerebbe 107 tra medici ed infermieri avanzata da alcuni quotidiani in relazione al quale il presidente della Commissione Inchiesta sul Servizio Sanitario Nazionale Ignazio Marino ha spiegato: "E' chiaro che il nostro sistema ospedaliero dovrebbe essere oggetto di controlli scientifici, sistematici e capillari per garantire l'incolumità di pazienti e operatori: servono dati scientifici che comprendano il numero e la tipologia di infezioni nei reparti dei nostri ospedali, un monitoraggio che in altri Paesi avviene regolarmente".

COMMISSIONE INCHIESTA - Senatore Ignazio Marino che precisa: "La Commissione d'inchiesta che presiedo avvierà un approfondimento su quanto accaduto al Policlinico Umberto I. Si tratta di un evento drammatico che però, purtroppo, non è così improbabile". Secondo Marino può infatti accadere "che nei nostri ospedali si concentrino batteri potenzialmente letali, soprattutto in reparti come la terapia intensiva". Di qui la necessità di un monitoraggio delle infezioni ospedaliere. "E, a mio parere, la raccolta e l'analisi uniforme di questi dati - ha aggiunto - dovrebbe essere affidata a una autorità indipendente dalla politica, una sorta di garante della salute". "La conoscenza delle criticità del sistema - conclude Marino - ci permetterebbe di individuare più agevolmente misure efficaci per ridurre al minimo l'incidenza di morti per infezioni nosocomiali. Insomma, è difficile chiedere a medici, infermieri e tecnici di migliorare lo standard della qualità delle cure, se non possono sapere con precisione quali sono le criticità da combattere nel loro ospedale".

KLEBSIELLA - Vittima della presunta malasanità una donna originaria di Nettuno di 48 anni ricoverata a fine luglio quando entra al Policlinico Umberto I per curare due neoplasie. Quindi una serie di operazioni sino alla morte sopraggiunta lo scorso 7 ottobre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte sospetta di una donna all'Umberto I, "Via alle indagini"

RomaToday è in caricamento