Cronaca

Processo Aurelia Sordi, tre indagati: l'autista, il notaio e l'avvocato

Sono tre gli iscritti nel registro degli indagati per il presunto tentativo di raggiro ai danni di Aurelia Sordi, sorella dell'attore romano

Tre indagati per il presunto tentativo di raggiro ai danni di Aurelia Sordi, sorella dell'attore romano, del quale è stata celebrata la memoria lo scorso 24 febbraio, a 10 anni dalla morte. Nel registro ci sono l'autista Arturo Artadi, il notaio Gabriele Sciumbadi e l'avvocato Francesca Piccolella. Concorso in circonvenzione di incapace il reato ipotizzato dal pm Eugenio Albamonte.

L'INDAGINE - Il fascicolo processuale è stato aperto da qualche settimana per verificare se Aurelia Sordi, 95enne sorella di Albertone, sia stata vittima di un tentativo di "circonvenzione di incapace".

Tutto ha avuto inizio da alcuni esposti presentati da due direttori di istituti di credito che hanno segnalato movimenti strani. Da metà febbraio, infatti, uno dei co-delegati a movimentare piccole somme di denaro, per le esigenze quotidiane dell'anziana, ha depositato una procura generale che lo autorizza a operare su tutte le posizioni contabili di Aurelia Sordi.

Le indagini, affidate al pubblico ministero Eugenio Altamonte, sono partite proprio per capire se qualcuno si sta approfittando della 95enne. Il primo passo è stato il sequestro dei beni. Ora si indaga sui tre soggetti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo Aurelia Sordi, tre indagati: l'autista, il notaio e l'avvocato

RomaToday è in caricamento