Cronaca

Infortunio sulla Amerigo Vespucci: muore un marinaio

Il marinaio della Nave Scuola Vespucci, rimasto gravemente ferito, è morto durante il trasferimento in elicottero al 'Gemelli'. La nave in rotta era verso il porto di Civitavecchia

Un membro della nave scuola della Marina militare Amerigo Vespucci è morto oggi in seguito a un infortunio. Un membro dell'equipaggio, rimasto gravemente ferito, è morto durante il trasferimento in elicottero al 'Gemelli' di Roma. Lo rende noto lo Stato maggiore della Marina militare.

L'incidente, riferiscono alla Marina, si è verificato nella tarda mattinata di oggi, mentre la nave scuola era in trasferimento dal porto della Spezia a Civitavecchia. Il membro dell'equipaggio gravemente infortunatosi, per cause ancora in fase di accertamento, è stato "prontamente soccorso dal personale medico di bordo", ma "durante il trasferimento in elicottero verso l'ospedale policlinico Agostino Gemelli di Roma per gli accertamenti del caso, è morto".

La vittima dell'incidente è il sottocapo nocchiere di terza classe Alessandro Nasta: originario di Brindisi, aveva 29 anni e non era sposato. L'infortunio, le cui cause sono ancora da accertare, è avvenuto mentre il militare "svolgeva attività marinaresca - afferma la Marina militare - sull'alberatura di maestra della nave". Il giovane sarebbe precipitato da uno dei pennoni. Durante il trasferimento in elicottero al policlinico Gemelli di Roma le sue condizioni si sono aggravate: il velivolo è quindi atterrato a Civitavecchia, ma Nasta è morto poco dopo l'arrivo in ospedale. Il militare era in servizio presso la nave Vespucci dal gennaio 2011 e ricopriva l'incarico di addetto al servizio marinaresco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infortunio sulla Amerigo Vespucci: muore un marinaio

RomaToday è in caricamento