rotate-mobile
Incidenti stradali Ostia  / Via Guido Vincon

Torna da una serata con gli amici, travolge e uccide 37enne in scooter: si costituisce dopo 16 ore

Wagner Carcione è morto sul colpo. Il conducente dell'auto si era reso irreperibile, poi si è consegnato alle forze dell'ordine in serata

Sarebbe diventato padre tra un paio di mesi, invece non vedrà nascere il proprio bambino. Wagner Carcione è morto a 37 anni a Ostia, è la vittima numero 65 delle strade di Roma e provincia di questi primi sei mesi del 2023. Guardia giurata, aveva iniziato da poco il suo lavoro all'aeroporto di Fiumicino e proprio lì si stava recando in sella al suo scooter quando intorno alle quattro e mezzo del mattino di domenica 4 giugno, è stato travolto da un'Audi. Al volante un ragazzo di 26 anni che - dopo essersi fermato - si è reso irreperibile per ore. 

Una fuga sotto choc per il giovane che nella serata di ieri ha deciso di consegnarsi ai carabinieri. Ora la sua posizione è al vaglio della polizia locale di Roma Capitale che indaga per omicidio stradale con gli agenti del gruppo Tintoretto impegnati nella ricostruzione della dinamica del sinistro mortale.

La ricostruzione 

Secondo quanto appreso, Wagner Carcione era salito sul suo scooter per raggiungere il posto di lavoro al Leonardo Da Vinci quando in via Antonio Forni, all'altezza dell'incrocio con via Guido Vincon, un'Audi con al volante un ragazzo lo ha travolto. Devastante l'impatto. Il trentasettenne è stato sbalzato per diversi metri finendo prima contro un'auto in sosta e poi sull'asfalto. Il ventiseienne al volante dell'auto, secondo quanto ricostruito, avrebbe prestato i primi soccorsi sotto gli occhi di diversi testimoni che si sono affacciati dai balconi delle palazzine popolari notando la drammatica scena. 

Le fuga temporanea

Sul posto è accorso il personale medico del 118, ma per Carcione non c'è stato nulla da fare. Sarebbe dovuto diventare padre tra un paio di mesi, la compagna infatti è incinta di sette mesi. Al momento dell'arrivo della polizia locale, tuttavia, il conducente dell'Audi non si sarebbe fatto trovare. Con lui c'erano anche altre tre persone. Avevano detto che avrebbero subito raggiunto il Grassi di Ostia, ma così non è stato.

Il ventiseienne, che avrebbe raccontato di essere lui al volante dell'Audi presa a noleggio dalla comitiva, nella serata di domenica si è presentato ai carabinieri di Ostia ammettendo che fosse lì. Ora saranno le indagini della polizia locale a dimostrare se fosse davvero lui al volante dell'auto. Al momento è stato denunciato per omicidio stradale e resterà a disposizione dell'autorità giudiziaria. Nonostante siano passate preziose, sarà inoltre sottoposto ai test di alcol e droga. L'Audi e lo scooter sono stati sequestrati.

Ascolta il podcast RomaTodaily su Spotify

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna da una serata con gli amici, travolge e uccide 37enne in scooter: si costituisce dopo 16 ore

RomaToday è in caricamento