menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il luogo dell'incidente

Il luogo dell'incidente

Incidente sulla Collatina: pirata della strada scarica la colpa sul figlio minore, arrestato

Il 42enne rintracciato dai vigili urbani nella propria abitazione. Il sinistro causato dalla Bmw che guidava contromano sulla consolare. Vittima un centauro di 51 anni ricoverato in prognosi riservata

E’ durata solo un giorno la fuga del pirata che nel tardo pomeriggio di ieri 18 marzo aveva provocato un grave incidente, guidando contromano, su via Collatina, nella zona del VI Municipio delle Torri. Nello scontro tra una Bmw 525 e una moto il centauro, un uomo di 51anni, è stato ricoverato per fratture multiple su tutto il corpo con una prognosi di oltre 40 giorni.

RILIEVI INCIDENTE - Quando i Vigili Urbani del VI Gruppo Torri sono giunti sul luogo per rilevare l’incidente hanno trovato solo i veicoli e alcuni testimoni perché il conducente dell’auto si era dileguato.

CARTA D'IDENTITA' DEL PIRATA - Nell’esaminare minuziosamente il teatro del sinistro gli agenti della Municipale hanno rinvenuto una carta di identità che è stata sottoposta ai testimoni i quali hanno riconosciuto nella foto del documento il conducente della Bmw. A quel punto i vigili si sono recati presso l’abitazione di un cittadino serbo di 42 anni.

COLPA SUL FIGLIO - Ad aprire la porta la moglie che ha immediatamente negato che il marito fosse in casa, ma vista l’insistenza degli agenti, che da subito hanno sospettato la sua presenza nell’abitazione, l’uomo è uscito cercando di addossare la responsabilità dell’accaduto al figlio minorenne.

PATENTE SCADUTA - Considerati gli elementi a disposizione il serbo è stato arrestato e condotto presso gli uffici del Gruppo Sicurezza Pubblica ed Emergenziale che ha svolto le indagini accertando anche che la sua patente era scaduta dal 2011 e che il 42enne aveva numerosi precedenti per guida in stato di ebrezza, guida con rifiuto di sottoporsi ad alcooltest, furto, furto aggravato, ricettazione e rapina. Questa mattina verrà giudicato per direttissima.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento