rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Incidenti stradali Centocelle / Viale Palmiro Togliatti

Scappa a piedi sulla Togliatti, viene investito e muore

Il bollettino di agosto nel tratto tra Prenestina e via dei Sesami è drammatico e racconta di una vera e propria emergenza. Qualche giorno fa la lettera di Svetlana Celli al prefetto

Un morto investito in circostanze misteriose. Un giovane travolto e ferito gravemente dopo essere stato accoltellato. È il bilancio  - sin qui sconosciuto alle cronache dei giornali - dell'agosto lungo viale Palmiro Togliatti, nel tratto che va dall'incrocio con via Prenestina fino a via dei Sesami. 

Episodi che emergono dopo la pubblicazione delle immagini di una rissa proprio sulla Togliatti all'altezza del Quarticciolo. Un video a seguito del quale il nostro giornale ha ricevuto una serie di segnalazioni relative agli episodi avvenuti nell'ultimo mese. Difficile verificare quanto accaduto perché chi indaga lo fa a bocche cucite e senza fare filtrare dettagli. Se le vie ufficiali però tacciono, le voci nei quartieri corrono e l'insicurezza diffusa nella zona impone la necessità di verificare con attenzione le cose per non alimentare psicosi. Così, con non poca fatica, siamo riusciti a ricostruire quanto accaduto, trovando conferme alle segnalazioni.

Scappa, attraversa la strada e viene investito

All'alba del 12 agosto un uomo è stato investito sulla Togliatti, all'altezza di via dei Sesami, in direzione Casilina. Sono le 5.30 e le sue condizioni sono disperate. A.P., 37 anni, viene portato al San Giovanni dove però alcune ore dopo muore. Nel frattempo la polizia locale si accorge che qualcosa in quell'incidente non torna. Chi l'ha investito, un uomo a bordo di una Ford Fiesta, se l'è visto sbucare all'improvviso e non è riuscito ad evitarlo. Disperato si è fermato ed ha prestato i primi soccorsi, chiamando i numeri d'emergenza.

A.P. correva, scappava, fuggiva da qualcuno, da qualcosa, da una situazione evidentemente di pericolo. I vigili infatti hanno ritrovato sulla corsia opposta, quella in direzione Prenestina, la sua auto, una Fiat Panda con lo sportello aperto. C'è l'ipotesi - per il momento solo un'ipotesi - che l'uomo fuggisse da qualcuno che lo stava inseguendo. Raggiunto con l'auto, per sfuggire - sempre secondo l'ipotesi - avrebbe iniziato a correre a piedi e attraversando è finito investito per poi morire per le gravi ferite riportate. Chi indaga non parla, non dice nulla, non conferma se non che c'è un'indagine in corso e quindi - è la deduzione di chi scrive - conferma un quadro assai meno semplice di un incidente. Silenzio anche sulla presenza di immagini che avrebbero immortalato un'auto inseguire per poi bloccare la Panda della vittima prima che questa scappasse a piedi.

Accoltellato e poi investito

Più definito e senza condizionali invece quanto successo alle 3 di notte del 7 agosto. Un'altra chiamata per un investimento, stavolta all'altezza di via delle Ciliegie. Il 29enne investito viene portato al Policlinico Casilino, è gravissimo, ma non rischia la vita. Sul corpo ha degli evidenti segni d'arma da taglio: poco prima infatti sarebbe stato accoltellato e l'investimento sarebbe avvenuto nell'ambito di una fuga. Anche qui nessuna conferma dell'episodio da parte di chi indaga, silenzi e zero dettagli sulle investigazioni.  

La lettera al prefetto

Episodi che riaccendono l'allarme su quel quadrante della Palmiro Togliatti. La presidente dell'assemblea capitolina, Svetlana Celli, nel rilanciare il video della rissa qualche giorno fa ha annunciato di aver inviato "una lettera al Prefetto di Roma segnalando l’ultimo episodio e chiedendo di adottare provvedimenti urgenti. Tocca innanzitutto al Governo di centrodestra di Giorgia Meloni e al ministro Piantedosi dare una risposta decisa e determinata alla questione sicurezza che è sentita in particolar modo nelle aree periferiche della nostra città".

Clima di insicurezza che investe l'intero quartiere: “Qui non dormiamo più, sono ormai quattro anni a questa parte e la situazione è sempre peggio, soprattutto da quando hanno aperto due alimentari che vendono alcolici fino a notte - racconta a RomaToday un abitante -. Un gruppo di residenti ha ottenuto la rimozione di una pensilina dell’Atac perché di notte li dentro succedeva di tutto. Non si può andare avanti così, la gente ormai ha paura ad uscire o a rientrare a casa la sera per i furti e gli scippi che sono ormai all’ordine del giorno”. [GUARDA IL VIDEO]

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scappa a piedi sulla Togliatti, viene investito e muore

RomaToday è in caricamento