Incidenti stradali

Cinque giovani su una Tesla si scontrano frontalmente contro un'auto: Simonetta muore sul colpo

Per la donna non c’è stato nulla da fare. I vigili del fuoco hanno estratto il suo corpo dalle lamiere

Stavano andando al mare per un aperitivo a bordo di una Tesla. Il ventenne al volante percorrendo la via Laurentina avrebbe invaso la corsia opposta in curva forse a causa dell'alta velocità, e all'altezza del chilometro 21 ha impattato frontalmente contro una Lancia Y. Simonetta Cardone, al volante dell'utilitaria, è stata travolta in pieno morendo sul colpo.

La potente vettura scura condotta dal giovane, infatti, secondo quanto si apprende avrebbe invaso la corsia opposta in quel tratto di Laurentina stretto e con diverse curve, che in alcuni punti allarga con una finta preferenziale, molto pericolosa come denunciano da anni i residenti.

La Laurentina, che ha diverse rotatorie e lunghi rettilinei divisi da guardrail nella parte interna del grande raccordo anulare, per qualcuno è addirittura la "strada della morte". Emergono così ulteriori dettagli sull'incidente che è costato la vita a Simonetta Cardone, 67 anni.

La dinamica dell'incidente mortale

A indagare sulla dinamica il gruppo Eur della polizia locale di Roma Capitale. L'alta velocità è un elemento al vaglio. Segni di frenata o sgommate prima dell'impatto non ce ne sono, ecco perché è difficile - almeno per il momento - immaginare che la Tesla con a bordo la comitiva di giovani che stava andando al mare per un aperitivo abbia fatto tutta la strada contromano.

Più possibile immaginare che il 20enne si sia trovato improvvisamente sul senso sbagliato di marcia per poi schiantarsi contro l'utilitaria della vittima, forse proprio dopo aver perso il controllo dell'auto scura.

L'incidente sulla Laurentina

Sequestrati i cellulari

I test di alcol e droga a cui è stato sottoposto al Sant'Eugenio sono risultati negativi. L'impatto, fatto sta, che è stato drammatico. Simonetta Cardone è morta sul colpo. I vigili del fuoco l'hanno estratta dalle lamiere a fatica. Il conducente è rimasto illeso. Due suoi amici hanno subito qualche escoriazione. Le auto sono state immediatamente sequestrate.

La Tesla è intestata al padre del ragazzo, figlio di un imprenditore che ha una società che si occupa di lavare e manutenere auto di lusso. Gli agenti della polizia locale di Roma Capitale hanno sequestrato i telefoni cellulari dei cinque ragazzi che si trovavano a bordo della Tesla. Si vuole verificare se i ragazzi stessero facendo video o dirette sui social, oppure se il ragazzo al volante fosse al cellulare. Una analisi di rito in questi casi.

"La strada della morte"

Una tragedia che ha toccato il quartiere che da anni denuncia la pericolosità della Laurentina. Era il 2008 quando sono iniziate le prime proteste. Nel 2015, i residenti delle Cinque Colline diedero vita per la prima volta ai "laurentini", fantocci appesi e replicati anche l'anno scorso. Il motivo principale era quello di accendere un focus sulla pericolosità della via Laurentina. Nel corso degli anni però tra provvedimenti di velocità limitata e proteste, nulla è cambiato. 

Lamentele che ora sono tornate tristemente di attualità con la morte di Simonetta Cardone: "È vero che molti corrono, ma da quando è stata fatta la corsia preferenziale per i bus chi viene da Pomezia si trova inevitabilmente al centro strada. Quando si effettua la curva chi viene da Pomezia tende a stringersi, chi viene da Roma una volta iniziata la curva non ha scampo. Non ha possibilità di evitare lo scontro. Con la preferenziale a destra la gente la usa per sorpassarti mettendo chi è al centro strada in pericolo e ammesso che qualcuno sorpassi nel giusto modo, mette a rischio chi giunge da Roma", è la lettura di Daniele, un residente a cui fa eco Luca: "La corsia preferenziale è da eliminare e mettere la strada in una condizione di avere adeguata corsia di emergenza ambo i lati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinque giovani su una Tesla si scontrano frontalmente contro un'auto: Simonetta muore sul colpo
RomaToday è in caricamento