rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Una giovane vita spezzata / Borghesiana / Via di Fontana Candida

Samuel Melis, lo chef morto a 21 anni in un incidente stradale

Originario di Conca d'Oro viveva nella zona di Colle Prenestino

"Uno spettacolo di ragazzo". Così la titolare del ristorante dove lavorava ricorda Samuel Melis, il giovane chef morto ad appena 21 anni in un incidente stradale, l'ennesimo, avvenuto sulle strade della Capitale in questo ultimo tragico weekend di novembre dove si sono registrate tre vittime della strada. Nato e cresciuto nella zona di Conca d'Oro, il giovane si era trasferito da qualche anno a Colle Prenestino e lavorava come cuoco al Barrique Restaurant Poggio Le Volpi, a Montecompatri. 

Dopo aver studiato all'Istituto comprensivo Val Maggia, al plesso Cesare Piva, nel III municipio Montesacro, Samuel Melis, nonostante la giovane età, si stava affermando come promettente chef al ristorante dove lavorava, a due passi dal luogo della tragedia. Sabato scorso - poco dopo le 15:00 - stava appunto rincasando dopo il suo turno di lavoro nel locale e percorreva via di Fontana Candida in sella alla sua motocicletta quando, all’angolo con via di Tor Forame, per cause che dovranno essere accertate dall’inchiesta, si è scontrato con una Opel Mokka che proveniva nella direzione opposta, venendo sbalzato dal suo mezzo e rovinando sull’asfalto: uno schianto tremendo che purtroppo non gli ha lasciato scampo, inutili tutti i tentativi di soccorso, troppo gravi i politraumi riportati. 

Disposta l'autopsia 

Svolti i rilievi scientifici dagli agenti del VI gruppo Torri della polizia locale di Roma Capitale, sarà svolta domani - martedì 22 novembre - alle 15:00 al Policlinico di Tor Vergata, l’autopsia sulla salma di Samuel Melis. Nella tarda mattinata di oggi, 21 novembre, il pubblico ministero della rrocura capitolina, dottoressa Rita Ceraso, titolare del procedimento penale per l’ipotesi di reato di omicidio stradale a carico del conducente della vettura con la quale si è scontrata frontalmente la moto del giovane, ha affidato l’incarico al medico legale dottoressa Francesca Cordova, che dovrà stabilire le esatte cause del decesso con particolare riferimento a lesività letali dovute a un eventuale sormontamento del corpo da parte dell’auto.

La dinamica dell'incidente stradale 

Alle operazioni peritali parteciperà quale consulente tecnico di parte anche il dottor Antonio Grande, medico legale messo a disposizione da Studio3A-Valore, società specializzata a livello nazionale nel risarcimento danni e nella tutela dei diritti dei cittadini a cui, attraverso il responsabile della sede della Capitale, Angelo Novelli, e con la collaborazione dell’avvocato Lorenzo Marcovecchio, si sono affidati i familiari del giovane per essere assistiti e per fare piena luce su un incidente sulla cui dinamica non sanno ancora nulla: i rilievi sono stati effettuati dagli agenti della polizia locale gruppo Torri.

Residente a Colle Prenestino 

Samuel, che abitava in via Frattamaggiore con la mamma e la sorella più piccola, lascia in un dolore immenso anche il padre. I suoi cari potranno fissare i funerali quando, dopo le operazioni peritali, l’autorità giudiziaria darà il nulla osta alla sepoltura: funerali che saranno partecipatissimi, il ventunenne era molto conosciuto e ben voluto e nel suo quartiere l’ennesima tragedia ha destato profonda commozione.

Il ricordo sui social 

Alla notizia della sua morte sono stati decine i messaggi di cordoglio e ricordo per Samuel Melis: "Buon viaggio Samuel, che la terra ti sia lieve, condoglianze alla famiglia". Ed ancora: "Sei stato mio alunno alle medie e ti ricordo con affetto", scrive un docente sulla sua pagina Facebook. 

Tre morti in 24 ore

Una vita spezzata a soli 21 anni, una tragedia stradale arrivata in maniera beffarda alla vigilia della giornata delle vittime della strada riaccendendo il dibattito sulla sicurezza delle strade della Capitale. Prima e dopo la morte di Samuel Melis altre due vittime, Riccardo Contreras, un padre di famiglia di 47 anni travolto da un'auto mentre attraversava la strada per tornare a casa in via di Casal Boccone, poco distante dall'incrocio con via Ugo Ojetti, in zona Parco Talenti. In condizioni disperate i medici ne hanno accertato la morte cerebrale all'ospedale Sant'Andrea dove era stato trasportato in condizioni oramai disperate. Di origini peruviane, Riccardo viveva con la moglie e i tre figli all’interno di uno stabile occupato di via Casal Boccone. Operaio, provvedeva con fatica al mantenimento della sua famiglia. Tanto che tra gli altri abitanti del palazzo è partita una gara di solidarietà per dare una mano a sua moglie. 

Anziana investita all'uscita dalla messa

Poco dopo l'incidente in cui ha perso la vita Samuel Melis all'Alessandrino è avvenuta la terza tragedia stradale in 24 ore. A perdere la vita Maria Mancini, travolta ed uccisa da un'auto mentre attraversava la strada davanti alla parrocchia di San Francesco di Sales, all'Alessandrino, dove alle 18:00 sarebbe stata celebrata la messa. Novanta anni, l'anziana è stata soccorsa e trasportata al policlinico Tor Vergata dove i medici ne hanno constatato il decesso alcune ore dopo. Tre vite spezzate in meno di due giorni, un ennesimo weekend di sangue, che ha riacceso il dibattito sulla sicurezza stradale. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Samuel Melis, lo chef morto a 21 anni in un incidente stradale

RomaToday è in caricamento