rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Incidenti stradali

Dennis e Riccardo, i due diciottenni morti in un incidente a Garbatella. Tutti i punti da chiarire

Tanti gli aspetti che le indagini della polizia locale sono chiamati a chiarire. Ecco tutto quello che si sa sull'incidente su circonvallazione Ostiense

Erano nati praticamente insieme, a pochi giorni l'uno dall'altro. Insieme erano diventati, lo scorso settembre, maggiorenni. Abitavano a 500 metri di distanza, frequentavano la stessa scuola (Pirandello, nella zona di piazza Bologna), gli stessi amici. Quella di Dennis Di Tuccio e Riccardo Marchese è la storia di un'amicizia speciale, simbiotica, unica, come tante a quell'età. La notte tra venerdì e sabato era una tra le tante. Un giro per i locali, a tirare tardi, a ridere, a scherzare. Fino all'alba.

Sono da poco passate le 6 quando decidono di tornare a casa. Salgono sul motorino e via, il ponte Spizzichino alle spalle, la circonvallazione Ostiense davanti, forse con l'intenzione di imboccare la Colombo. Forse. Non si saprà mai, perché all'altezza di piazza Biffi si scontrano con un autocarro frigo. Praticamente come un muro davanti a loro, un impatto terribile che li scaraventa in modo drammatico sull'asfalto. Dennis muore quasi subito. Riccardo poco dopo all'ospedale San Giovanni.

Il colore del semaforo

Cosa è successo? La ridda di voci incontrollate e di presunti testimoni a 24 ore di distanza trova un suo parziale ordine. Si è detto di un autocarro passato con il rosso. In realtà su questo aspetto non vi sono certezze. Di certo c'è che il camion, attraversata la stradina alle spalle del distributore Q8, ha svoltato per prendere la circonvallazione Ostiense. Lì c'è un semaforo che, forse, il 41enne romeno ha trovato verde.

La manovra

La svolta però con un mezzo di quel tipo non è agevole (e le auto parcheggiate, a volte anche fuori posto, non aiutano) e l'ipotesi è che abbia avuto bisogno di uno o più aggiustamenti per essere completata. Tanto quanto basta per far diventare il semaforo rosso. La verità - tanto sul colore del semaforo quanto sulla durata, sulla difficoltà e sugli eventuali impedimenti della manovra - la forniranno le telecamere della zona. Di certo c'è che il conducente alla guida non era ubriaco, né drogato: negativi in tal senso i test a cui è stato sottoposto.

L'impatto

Altrettanto certo, purtroppo, è l'impatto. Mentre quel mezzo pesante provava a destreggiarsi e a imboccare la Circonvallazione Ostiense, dal ponte Spizzichino arrivava lo scooter Sh con Marchese e Di Tuccio. Le conseguenze dell'impatto lasciano supporre una velocità di certo non bassa, magari neanche oltre i limiti, di certo non tale per frenare ed evitare lo scontro. La barra laterale del camion ha subito danni importanti. Anche qui però saranno i rilievi, le telecamere e le perizie ad accertare quanto accaduto.

Sono queste invece le ore del dolore per due vittime giovanissime. Sui social, come ormai da prassi, lacrime virtuali inondano i profili delle due vittime. Su WhatsApp corrono i messaggi di cordoglio e gli appuntamenti per ricordare i due ragazzi. Ieri, in serata, un gruppo di amici ha raggiunto la Garbatella e si è chiuso nel dolore a ricordare e piangere quei due ragazzi nati insieme e che insieme resteranno per sempre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dennis e Riccardo, i due diciottenni morti in un incidente a Garbatella. Tutti i punti da chiarire

RomaToday è in caricamento