menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nomentana, ennesimo incidente all'incrocio con via Lazzaro Spallanzani: ferito 66enne

Una Fiat 600 si è scontrata con due motoveicoli

Ancora un incidente su via Nomentana. E' uno degli incroci più pericolosi a finire nuovamente teatro di una carambola che, per fortuna, non ha avuto esito mortale. Siamo all'altezza di via Lazzaro Spallanzani, strada che costeggia uno degli ingressi di villa Torlonia. Da qui si va verso Corso Trieste, strada ben più larga. Per raggiungerla vanno attraversate le sei corsie e quattro carreggiate della Nomentana. 

Ieri, poco dopo le 17 all'altezza della corsia centrale in direzione Montesacro, una Fiat 600 si è scontrata con due motoveicoli. A riportare le conseguenze peggiori è stato il conducente di uno dei due scooter, un uomo di 66 anni. Per lui contusioni tali da richiederne il trasporto in codice rosso all'ospedale San Giovanni. 

Tutta da accertare la dinamica dell'accaduto. 

Qui nel settembre scorso morì Serena Greco, coinvolta a bordo del suo scooter in uno scontro con altri tre veicoli. Nello stesso punto ha perso la vita, il 20 aprile 2017, Francesco Di Terlizzi, giovane originario di Fiumicino. A bordo della moto stava attraversando l'incrocio quando è stato centrato da un'auto. Sui muri di Villa Torlonia ci sono ancora le scritte che ne ricordano il decesso. 

L'incrocio Nomentana - Spallanzani

Si tratta di un incrocio semaforico dove si arriva, soprattutto sulla Nomentana, a velocità sostenute. Da Corso Trieste si passa ad una via più stretta, via Spallanzani: un attraversamento di quattro carreggiate e sei corsie, con un semaforo non lunghissimo e dove in tanti, per la fretta, tendono a passare anche con il giallo, quando non con il rosso. Il risultato è che mentre sulla Nomentana è diventato verde, dando quindi a chi proviene da Porta Pia il segnale di strada libera, ci sono mezzi che stanno ancora attraversando l'incrocio, rubando l'istante per non perdere ulteriori minuti al semaforo. E qui, per questo, si creano incidenti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento